Il Covid-19 diventa memoria. Il Sistema Bibliotecario Valle Seriana lancia un interessante progetto: la realizzazione di “libri viventi” di testimonianze dei cittadini nel periodo del Covid-19, dal titolo “La Valle Seriana fa memoria”.
Il progetto, che vede in cabina di regia organizzativa le biblioteche della Valle Seriana, in collaborazione con il Museo della Torre di Comenduno, la Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari e la Fondazione Archivio Diaristico Nazionale, intende rendere protagonisti i cittadini e costruire una raccolta collettiva di memorie, riferite ai mesi dell’emergenza sanitaria Covid-19.
Chiari i motivi dell’iniziativa: creare e raccogliere documentazione di un evento storico che certamente resterà nella memoria storica e collettiva della valle, che le prossime generazioni studieranno sui libri di scuola.
Gli organizzatori chiedono di condividere testimonianze personali, immagini, disegni, lettere, riflessioni e trasformare l’esperienza personale vissuta in memoria collettiva. Inoltre, chi vorrà aderire al progetto potrà partecipare ad un corso di formazione gratuita per diventare un “raccoglitore di storie” e un promotore attivo dei processi della memoria: in programma, sette incontri in modalità video, che prenderanno il via mercoledì 9 settembre fino a mercoledì 21 ottobre, dalle 18 alle 20. Per iscriversi alla formazione gratuita, bisogna inviare una mail a farememoria2020@gmail.com
Dall’altro canto, con questo progetto chi lo vorrà potrà diventare lui stesso un “libro vivente”, raccontando la propria esperienza personale ai raccoglitori di storie, che le biblioteche metteranno a disposizione, in un ambiente protetto. Anche in questo caso, basta scrivere una mail a farememoria2020@gmail.com, inserendo i propri recapiti e il Comune di residenza. Tutti verranno ricontattati.
Per informazioni: 035.759006.