Si è concluso lunedì 10 luglio scorso il 35° torneo notturno di calcio, primo trofeo A.M. di Fernanda Criserà Gandossi, patrocinato dalla Persico Stampi.
Il notturno è bello perché assomiglia un po’ alla vita, perché, a volte, può essere duro come molte volte è dura la vita e ti può capitare di non partecipare a una finale per un gol preso in contropiede quando stavi attaccando con tutte le tue ultime energie per vincere la partita, oppure incontri l’anno dove ti va tutto storto ed esci nella fase a gironi.
Ma se tieni duro, non molli e ogni anno ti ripresenti con lo stesso entusiasmo e la stessa voglia di vincere, prima o poi arriva anche per te il tuo momento.
E così è stato! L’hanno aspettata 25 anni la prima vittoria al notturno di Albino quelli dell’Unione 666: il fondatore della squadra Guido Facchinetti detto Hendy, il presidente Graziano Moroni, lo storico capitano Andrea Lozza e tutti i tifosi della squadra. Alla fine la vittoria è arrivata in uno dei notturni più belli ed avvincenti degli ultimi anni. In una finale bella e combattuta contro la Tabaccheria Rivellini: 5 a 4 il punteggio. Al terzo posto si è classificata la squadra della Carozzeria Pulcini che nella finale di consolazione ha avuto la meglio sulla formazione della Gelateria Franca per 6 a 1.
Miglior giocatore trofeo A.M. Rocky Vassalli è andato a Daniele Mologni della Tabaccheria Rivellini, miglior portiere trofeo A.M. Alen Cantini è stato vinto da Francesco Morosini della Gelateria Franca.
L’Unione 666 di quest’anno era una bella squadra formata da giocatori esperti e di categoria, molti dei quali giocano nel calcio a 7 come il portiere Mattia Busnelli e Daniele Noris, e alcuni giocatori molto forti che giocano nella Falco come Michele Fiammarelli e Maicol Elice che hanno fatto la differenza. Sono arrivati in finale avendo eliminato ai quarti la “Gastronomia Morotti 6-2 e in semifinale la Carrozzeria Pulcini 4-3
L’altra finalista, la Tabaccheria Rivellini, era una squadra formata da molti giovani di valore come Daniele Mologni (Miglior giocatore del notturno) che gioca a Scanzorosciate in serie D e Matteo Turani che gioca nel Colognola in promozione. Senza dimenticare il portiere Filippo Gandossi che gioca nella juniores dell’”Oratorio Albino”. La formazione è arrivata in finale grazie al successo nei quarti sulla Compressori CGC per 6 a 1 e in semifinale la Gelateria Franca 3-2.
L’Unione 666 di quest’anno non era la squadra tecnicamente più forte del notturno ma è stata la formazione che ci ha creduto sino alla fine, che la vittoria l’ha voluta con tutte le proprie forze. La partita della svolta è stata in semifinale contro la Carrozzeria Pulcini, vincitrice delle ultime due edizioni del torneo.
Quella di quest’anno è stata una delle finali più belle ed avvincenti degli ultimi anni, giocata a ritmi altissimi con tanti contropiedi e capovolgimenti di fronte, decisa solo negli ultimi minuti del secondo tempo grazie a un tiro angolato in area di Simone Figliuolo siglando così il 5 a 4 finale. Da notare che il giocatore è stato chiamato a giocare solo l’ultima partita in sostituzione di Mattia Meda.
Queste le parole del fondatore della squadra, Hendy “Dopo 25 anni per noi si realizza un sogno: quello di aver vinto il notturno di Albino. Ringrazio il capitano Andrea Lozza che è con noi da 17 anni, tutti i giocatori e il mister Stefano Nicoli che allena il Vall’Alta B a sette da cui tanti giocatori di quest’anno provengon .
Ovviamente, deluso il Patron Roberto Rivellini “Nel primo tempo si è visto un gran calcio con delle bellissime azioni che sono state finalizzate permettendoci di andare negli spogliatoi sul 3 a 0. Nel secondo tempo la partita si è fatta dura e molto maschia ci siamo deconcentrati perdendo così la finale. Continueremo a dare sempre spazio ai giovani.”
Come detto, quella di quest’anno è stata la 35 edizione del notturno di Albino a cui hanno partecipato 24 squadre: tre in più dello scorso anno. Come sempre, è stato il notturno dei giovani e giovanissimi con una squadra la The Number of The Beast formata da ragazzi tutti del 2000.
Quest’anno il notturno di Albino ha avuto anche un respiro internazionale con alcuni giocatori stranieri che vi hanno partecipato tra cui Saliou Boh dell’Elettrauto Vedovati che gioca nella prima squadra dell’Oratorio Albino Calcio. Il senegalese quest’anno è stato giudicato miglior giocatore del prestigioso torneo “Bergamo Mondo” vinto dal Marocco.

Sergio Tosini