“La sicurezza, intesa in ogni sua forma, è uno dei temi che sta maggiormente a cuore all’Amministrazione comunale di Albano Sant’Alessandro”. Questo è il fil-rouge che guida l’assessorato alla Sicurezza, che vede dietro la scrivania il Cav. Enzo Fiocchi, e che ha condotto nelle ultime settimane importanti eventi a favore della comunità. Ad inizio settembre, per esempio, si è partiti con l’innovativo corso di formazione per “operatori di sicurezza”, volontari da impiegare negli eventi e nelle manifestazioni pubbliche, progettato per rispondere alle esigenze poste in essere dalla Circolare “Gabrielli” e dalle sue successive modifiche e che ha registrato un’altissima adesione di persone. Il 15 settembre, poi, nell’ambito di “Camminando per il centro”, una notte bianca sui generis dove le realtà del territorio, quali associazioni, enti ed organizzazioni di varia tipologia e natura incontrano i cittadini presentandosi con attrazioni e momenti di colloquio e di svago, ecco che si è svolta la presentazione dell’ultimo libro del Procuratore Emerito della Repubblica Dr. Benito Melchionna, “Fra crimine e sicurezza”, corredata dalla mostra fotografica “Bullismo non mi fai paura”.
“Si è trattato di incontri importanti, rivolti ai cittadini, che mirano ad una sicurezza partecipata della nostra comunità – spiega l’assessore alla Sicurezza Cav. Enzo Fiocchi – Riflettere insieme a persone così serie e preparate, come il Dr. Benito Melchionna o il Vice-Questore Dr. Angelo Lino Murtas, su temi di grande attualità come il femminicidio, la tortura o il bullismo, è un’occasione importante, che i cittadini di Albano Sant’Alessandro hanno saputo cogliere e capire, come ha dimostrato la grande affluenza di pubblico”.
“Siamo stati la prima amministrazione di Albano Sant’Alessandro ad istituire uno specifico assessorato alla Sicurezza – aggiunge il sindaco Maurizio Donisi – Ci siamo resi conto di come questo tema sia importante e sensibile e stiamo cercando di declinarlo in ogni sua forma. Ad esempio, la scorsa primavera abbiamo promosso, con la collaborazione di AiFOS Protezione Civile, una rassegna di conferenze pubbliche sui rischi naturali, chiamata “In-Sicurezza”, che proseguirà anche nel prossimo inverno; da oltre un anno, poi, abbiamo avviato una scuola permanente per la formazione in materia di protezione civile; e a metà settembre, con la collaborazione dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato di Bergamo, abbiamo proposto – primi in Lombardia – un corso di formazione per i volontari che sono chiamati ad operare per la sicurezza delle persone nel corso degli eventi pubblici”.
“Ci stiamo impegnando su più argomenti, cercando di cogliere le sensibilità ed i timori prevalenti nei nostri cittadini – prosegue l’assessore alla Cultura e Istruzione Claudia Vanoncini – Per questo abbiamo affrontato il team del bullismo, con una splendida mostra fotografica curata da Alessandra Merisio, mentre nella prossima primavera, nell’ambito delle conferenze di “In-Sicurezza”, andremo ad affrontare anche i problemi del cyberbullismo e dei pericoli della rete, come pure quelli connessi ai rischi presenti nelle nostre case”.

Ti.Pi.