L’Avis e “La corrida dei dilettanti allo sbaraglio”

Sicuramente tutti ci ricordiamo del celebre programma Mediaset TV “La corrida: dilettanti allo sbaraglio”, nato nel 1986 su invenzione dell’indimenticabile Corrado e ripetuto per anni fino al 2011, dove un certo numero di concorrenti si sfidava sul palco in esibizioni di canti, balli, poesie, barzellette e spettacoli di fantasia. Ebbene, non c’è bisogno di accendere il televisore per assistere a spettacoli esilaranti come quello. Lo scorso 25 ottobre, infatti, presso l’auditorium comunale di Albino, la zona 3 Media Val Seriana dell’Avis provinciale di Bergamo, che ha sede a Cene e comprende le sezioni di Albino, Casnigo, Cazzano Sant’Andrea, Cene, Cirano, Fiorano al Serio, Gandino, Gazzaniga, Leffe, Peia, Selvino, Semonte, Vertova-Colzate, con il patrocinio del Comune di Albino, ha organizzato una serata divertentissima di veri “dilettanti allo sbaraglio”, allietata dal presentatore Fabio, spalleggiato dai due aiutanti “Billi” e “Bonzi”, che ha registrato il tutto esaurito.

 

L’evento, giunto alla sua 3^ edizione, ha visto quest’anno come palcoscenico privilegiato Albino, il paese capoluogo della Media Valle Seriana, mentre lo scorso anno, in occasione della 2^ edizione l’evento si era tenuto in Selvino e l’anno prima, in onore del suo debutto, proprio a Fiorano al Serio, sede della zona 3 Media Val Seriana dell’Avis provinciale di Bergamo.

La partecipazione a questo evento era aperta a tutti coloro che, con un pizzico di ironia e uno di talento, volevano cogliere al balzo l’opportunità di sfidarsi, divertendosi nelle loro singolari specialità. E, quindi, sul palcoscenico dell’auditorium, si sono visti cantanti, barzellettieri, attori, ballerini e anche bambini.

Il segreto del successo è stato certamente quello di mettere al bando la timidezza e sfoggiare un poco di autoironia, ma anche di coraggio. Particolarmente apprezzati dal numeroso pubblico presente in auditorium sono state l’esibizione di una spassosa “Suor Giuditta”, un personaggio modellato sullo stile della famosissima “Suor Nausicaa” dello show televisivo “Colorado”; e il balletto delle “Casalingue”, un gruppetto di “sciùre” che, vestite da casalinghe provette, si muovevano a ritmo di musica con “secchio e spazzettone”. E, ancora, molto piacevoli sono state le buffe esibizioni dei bimbi. Ma tanti sono stati gli sketch divertenti, di ogni tipo. Comunque, alla fine, il primo premio è stato assegnato ad una bravissima cantante.

Insomma, tanti spettacoli che hanno contribuito a far nascere un sorriso sul volto dei presenti, i quali, visto il successo, hanno lasciato agli organizzatori la voglia di ripetere questa allegra manifestazione anche in futuro.

La “Corrida 2014” è uno dei tanti eventi organizzati durante l’anno dall’Avis zona 3 Media Val Seriana, che ha puntato con decisione sulla promozione della cultura della donazione e sull’informazione, per far crescere il numero dei donatori. E la risposta è buona. Certo, lascia un po’ a desiderare la presenza dei giovani. Ma proprio questa “Corrida”, così divertente, accattivante, intrigante, ha proprio l’obiettivo di coinvolgere il maggior numero possibile di giovani, anche per favorire un ricambio generazionale.

E per il futuro sono tante le iniziative in calendario, proprio per perseguire questo obiettivo.

 

Silvia Pezzera