Nonostante l’impegno riservato in questi ultimi mesi ai due progetti che, nei prossimi anni, rivoluzioneranno l’edilizia scolastica del “polo” di Desenzano/Comenduno (con la realizzazione della nuova scuola dell’infanzia comunale e l’intervento di ristrutturazione ed efficientamento energetico delle scuole medie, che prevede anche la costruzione di una nuova palestra), in questo periodo di fine mandato non abbiamo allentato la presa e, in fatto di lavori pubblici, abbiamo ancora molti cantieri da portare a termine.
Nel corso delle prossime settimane verrà conclusa l’installazione di 6 postazioni per la ricarica di veicoli elettrici: presso il palazzo municipale, nel parcheggio a fianco della stazione TEB e in quelli di via Mafalda di Savoia, di via I Maggio (in Valle del Lujo), di piazzale La Pira (a fianco dell’asilo nido comunale) e del piazzale della funivia.
Questione di una manciata di giorni e sarà finalmente in funzione anche la casetta dell’acqua, con abbinato distributore automatico di pellet sfuso, collocata presso il parcheggio di piazzale Falcone e Borsellino (piazzale ASL).
A poche centinaia di metri dal parcheggio del piazzale ASL, la prima area di sgambamento cani, prevista sul territorio comunale, collocata lungo la pista ciclopedonale del fiume Serio subito a valle del ponte romanico, dovrebbe essere pronta per il prossimo mese di marzo.
Sono attualmente in fase conclusiva anche i lavori di formazione del marciapiede su un tratto di via Leon Dehon, con creazione di un attraversamento protetto in corrispondenza del percorso pedonale che conduce al Centro sportivo “Rio Re”, così come quelli relativi alla realizzazione del percorso pedonale di collegamento tra piazza Don Berto Nicoli e la viabilità comunale del centro storico di Vall’Alta.
Con il contributo di €. 100.000,00 assegnatoci dal Governo tramite la Legge di Bilancio 2019 provvederemo invece alla messa in sicurezza di via Dossello, attualmente interessata da un provvedimento cautelativo di riduzione della carreggiata, oltre che al rifacimento delle barriere del ponte sul torrente Lujo di via san Bernardo da Chiaravalle ad Abbazia.
Stiamo infine affrontando l’ultima fase di programmazione dell’intervento di adeguamento dell’impianto di illuminazione pubblica, che prevede anche la sostituzione di circa 600 corpi illuminanti con nuove lampade a led (che interesserà inizialmente le sole vie principali del paese).

Arch. Cristiano Coltura
Assessore ai Lavori pubblici e Commercio