Sabato 5 ottobre, durante la mattinata, si sono tenute due lezioni di geologia all’aperto, presso il “Giardino Geologico della Valle Seriana”, in Via Salici, a Gazzaniga. Le lezioni sono state impartite ai ragazzi della quinta “A”, dalle 8 alle 10, e della quinta “B”, dalle 10 alle 12, del Liceo Scientifico di Gazzaniga.
I benefici di queste lezioni si possono così sintetizzare: 1) le lezioni all’aperto sono sempre molto gradite, poiché esercitano un fascino straordinario ed esprimono momenti insoliti rispetto all’aula; ci si sente più liberi, si è fuori dal contesto della classe e i professori sembrano “diversi”, meno formali; 2) gli insegnamenti, poi, si distinguono da quelli canonici a scuola, in quanto, pur risultando momenti ludici, hanno contenuti e approfondimenti di tematiche legate al territorio; nel caso specifico, oltre ad un discorso sulla geologia generale, le lezioni hanno tenuto conto della situazione locale. Per esempio: cosa è successo durante il periodo della deriva dei continenti e che relazione c’è con il sollevamento delle Alpi? Quali effetti hanno avuto questi innalzamenti rispetto al territorio bergamasco? E, nello specifico, quali effetti si sono palesati in Valle Seriana? Pertanto, c’è stato un approfondimento delle conoscenze della geologia locale con riflessi sulla stratigrafia e morfologia del nostro territorio.
La Valle Seriana, infatti, presenta rocce molto diverse fra loro, partendo dall’alta Val Bondione fino alla pianura. Queste rocce, le più antiche verso la testata della Valle (c.a 400/500 milioni di anni) e quelle più giovani verso la pianura (c.a 150/180), sono il prodotto dello scorrimento degli strati rocciosi, gli uni sugli altri, dovuti al successivo periodo della formazione delle Alpi (circa 180 milioni di anni). Questa sovrapposizione di strati rocciosi ha determinato l’attuale situazione e ha contribuito all’orografia primaria della nostra valle. Successivamente, i ghiacciai quaternari e lo scorrere del fiume Serio hanno dato al nostro territorio la conformazione attuale.
Concetti generali, e particolari, che sono stati oggetto delle lezioni impartite dal geologo Daniele Ravagnani che, con competenza e passione, ha trasmesso agli studenti gli approfondimenti per una conoscenza più specifica della nostra provincia.
I professori che hanno accompagnato i ragazzi e gli stessi studenti hanno dimostrato interesse per la “anomala”, ma molto apprezzata, lezione all’aperto del Prof. Ravagnani, arricchita dalla possibilità di vedere da vicino e di toccare le principali rocce del nostro territorio; ognuna diversa per durezza, colore, proprietà chimico-fisiche, componenti cristallografici,…
Queste nozioni, poi, sono state esposte in un contesto diverso dal solito, e al cospetto di grosse rocce monolitiche che evidenziano la storia geologica della nostra valle.
Ai ragazzi è stata distribuita un brossure, che così recita nella sua parte introduttiva: “Il Giardino Geologico, realizzato dalla Sottosezione C.A.I. di Gazzaniga nel 2008, offre ai visitatori una chiave di lettura del paesaggio della Valle Seriana e spiega in modo semplice e chiaro la geologia del territorio, mostrando le principali formazioni rocciose. A corredo, per le spiegazioni, i pannelli illustrativi posti lungo il “Giardino Geologico”, che si sta rivelando una grande “palestra” didattica, per ragazzi, famiglie e studenti, curiosi di conoscere più da vicino le vicende che hanno portato la Valle Seriana ad assumere l’aspetto attuale.
L’auspicio è che durante l’anno vengano effettuate altre visite guidate con i ragazzi delle scuole, gratuite e con volontari qualificati.

Angelo Ghisetti