21 maggio 2021, una data storica per l’Isis “Oscar Romero” di Albino.
Infatti, l’istituto di via Roma ha ufficializzato il suo nuovo ruolo di “Scuola ambasciatrice del Parlamento Europeo”. Un prestigioso riconoscimento, arrivato direttamente da Bruxelles, capitale belga e sede dell’Unione Europea, assegnato all’istituto superiore per i progetti che un gruppo di studenti e docenti ha promosso nel corso dell’ultimo anno scolastico, uno sulla realizzazione di indumenti innovativi per il recupero muscolare e l’altro sull’ostello della Ripa di Desenzano al Serio, in chiave di rilancio turistico.
I due progetti sostenuti da Bruxelles, dal Ministero dell’Istruzione e
da Regione Lombardia sono stati presentati lo scorso 18 maggio, nel corso di un evento digitale dal titolo “Verso la Conferenza sul futuro dell’Europa: esempi di monitoraggio civico in Lombardia”, un’iniziativa organizzata dal Centro Europe Direct Lombardia e il centro di comunicazione della UE presso la Regione Lombardia, al fine di celebrare la Giornata dell’Europa, che ricorre il 9 maggio.
Protagonisti gli studenti di sette classi lombarde, che hanno portato a termine i progetti 2020/2021 “A scuola di OpenCoesione”, un percorso didattico innovativo che promuove i principi di cittadinanza attiva e consapevole, attraverso attività di ricerca e monitoraggio civico dei finanziamenti pubblici europei e nazionali. I ragazzi, attraverso l’indagine dei progetti finanziati con i fondi strutturali europei sui territori, partecipando di fatto alla politica di coesione dell’Ue, si sono cimentati nell’analisi di open data e nell’elaborazione di articoli di data journalism, realizzando interviste e interagendo con i diretti beneficiari dei progetti. Molteplici i settori di intervento dei progetti lombardi monitorati: dalla ricerca scientifica e mobilità sostenibile all’occupazione giovanile, dall’inclusione sociale al recupero di edifici storici e culturali.
L’Isis “Oscar Romero” ha partecipato al percorso con due classi terze: l’indirizzo professionale dei servizi commerciali ha monitorato il progetto di ricerca “Task Force Val Seriana”, legato alla realizzazione di indumenti innovativi finalizzati al recupero muscolare; il liceo linguistico, invece, ha presentato il progetto “Ripartiamo dai giovani”, con focus sull’ostello della Ripa di Desenzano al Serio, con l’obiettivo di analizzare i dati relativi al rilancio del turismo nella Valle Seriana e come contribuire a migliorare l’occupazione giovanile.
Per la cronaca, a seguire gli studenti sono stati la Prof.ssa Teresa Nani e il prof. Gianfranco Lucchese, entrambi di matematica, che hanno espresso vivo apprezzamento per il risultato ottenuto “che certamente aprirà nuove prospettive per la scuola e per gli studenti, nell’ottica di una consapevole cittadinanza attiva nel panorama europeo”.
Concluso il percorso didattico con la presentazione di un report di monitoraggio pubblicato sulla piattaforma Monithon.it – l’iniziativa indipendente di monitoraggio civico delle politiche pubbliche in Italia e in Europa – di un pitch ed un elaborato finale, gli studenti delle sette classi lombarde sono tra i 164 team italiani ammessi alla valutazione nazionale che si terrà entro la fine di giugno.

T.P.