L’occhio di…“Thor”, per sorvegliare il territorio vallare

 

Entro maggio, o al massimo a giugno, prenderà il via il progetto “THOR”, il nuovo sistema innovativo informatico che dovrebbe “blindare” in senso telematico i Comuni della Media Valle. Dopo che ha avuto pieno successo nell’Unione Comuni della Presolana, in particolare a Castione della Presolana, partirà anche nei Comuni di Cene, Gazzaniga, Fiorano al Serio, Vertova e Colzate il mega-sistema di videosorveglianza, promosso dalla Comunità Montana Val Seriana. Un vero e proprio “cancello elettronico” che blinderà l’intera Media Valle: con questa rete di videosorveglianza, infatti, non potrà più entrare o uscire nessuna auto senza essere individuata e catalogata. Ogni targa entrerà in un cervellone elettronico che, in pochi secondi, sarà in grado di stabilire se appartiene a un auto rubata o quant’altro. Un controllo del traffico veicolare sovra-comunale, quindi. Un vero e proprio “Grande Fratello” che coprirà l’intero territorio, garantendo sicurezza.

 

Qui è prevista l’installazione di due tipi di telecamere. Innanzitutto, quelle ad alta definizione, sistemate in punti strategici dei territorio dei cinque Comuni, in grado di leggere le targhe delle auto in transito. Poi, le altre telecamere, più tradizionali, idonee a riconoscere i pedoni, rilevare incidenti stradali, documentare atti vandalici o altri episodi di microcriminalità, sorvegliare punti critici e sensibili.

Il progetto, già in fase di approntamento e già finanziato dalla Comunità Montana Valle Seriana con un impegno di spesa che è molto aumentato rispetto agli iniziali di 300.000 euro, ora infatti si aggira sui 480.000 euro, prevede un sistema modulare integrabile e quindi estensibile ad un numero di paesi sempre più ampio. Per ora verranno installate 90 telecamere, che andranno ad aggiungersi a quelle in dotazione nei singoli Comuni.

Se tutto andrà in porto, come molti si augurano alla luce dei tanti casi di furto nelle abitazioni e nelle aziende che hanno interessato la Valle Seriana in questi ultimi mesi, la Media Valle avrà uno strumento in più per essere più sicura.

Da sottolineare che la paternità di tutto questo è da assegnare a Marco Masserini, ex-sindaco di Gazzaniga, consigliere provinciale per la Lega Nord, nonchè assessore alla Sicurezza in Comunità Montana ed esperto informatico.

 

Luisa Pezzotta