LUCIANO MERLA

Presidente del Gruppo Sportivo “LA RECASTELLO”

Luciano Merla, 61 anni, vedovo, vive a Gazzaniga da sempre. Ama il canto corale: infatti, fa parte della “Corale Polifonica Aquilino Belotti” di Gazzaniga. Ma la sua grande passione è soprattutto lo sport, in particolare la corsa. Ha una figlia di 27 anni, Cristina, che condivide la sua stessa passione. Entrambi fanno parte del gruppo sportivo “La Recastello”, della quale Luciano Merla è stato appena rieletto presidente. A lui la redazione di Paese Mio Media Valle pone alcune domande per conoscere la realtà dell’associazione sportiva, sia in ambito agonistico che organizzativo.

 

 

Quando e come nasce La Recastello?

La Recastello nasce nel 1952, quando un gruppo di giovani di Gazzaniga, appassionati di montagna, decide di porre il simbolo della croce in vetta al Monte Recastello, per il quale si sale partendo dal territorio del Comune di Valbondione, e quindi di fondare un’omonima società sportiva.

 

Chi può farne parte?

Il punto forte de La Recastello è che non si identifica univocamente in una categoria; infatti, chiunque può farne parte, dai bambini, agli adulti, ai pensionati. Inoltre, èpossibile entrare a fare parte de La Recastello come atleti o come soci sostenitori, aderendo con un piccolo contributo. Ovviamente, sono più che benvenuti gli atleti non professionisti, e coloro che desiderano avvicinarsi allo sport per la prima volta.

 

In quali settori sportivi opera La Recastello, e come?

I maggiori settori sono tre: Atletica, Sci e Ciclismo. Nella sezione Atletica è costituito un settore giovanile, non finalizzato alla competizione vera e propria, bensì all’avviamento allo sport in generale. Un ambito assoluto, che abbraccia tutte le specialità dell’atletica, dalle corse campestri alla corsa su strada, da quella in montagna alla corsa su pista. La sezione Sci opera principalmente nella specialità dello sci alpino, e da sempre organizziamo corsi per ragazzi al Monte Pora, meta sciistica in Comune di Castione della Presolana. Infine, la sezione Ciclismo comprende gruppi di atleti che gareggiano in diverse specialità: ciclismo su strada, gran fondo, cronoscalate e mountain bike. Ovviamente, non può mancare un gruppo costituito da affezionati cicloamatori.

 

Quali sono le principali iniziative o gli eventi organizzati?

In 62 anni di vita, La Recastello ha organizzato tanti eventi e tante competizioni sportive. Nei primi due decenni di vita, per esempio, La Recastello non era solo una società sportiva, ma al suo interno vi era una compagnia teatrale e un coro, che negli anni ha preso il nome di “Coro Mousiké”, che tutti ben conoscono. Queste realtà erano un forte motivo di aggregazione; purtroppo, i tempi sono cambiati, ma questo aspetto è tuttora vivo nella nostra associazione. Sotto l’aspetto sportivo, invece, vanno segnalate le quattro edizioni del campionato italiano di corsa in montagna a staffetta, oltre ad altre tantissime gare su strada e di corsa in montagna. Negli ultimi anni, poi, abbiamo organizzato la “Mezza sul Serio” (mezza maratona), che unisce i 5 Comuni della media Valle Seriana, e, per ricordare il nostro primo presidente Pierino Pievani, la competizione “km verticale” da Rova al Monte Poieto. Non possiamo dimenticare, poi, le prime gare di sci sul Monte Poieto, senza impianti di risalita e senza mezzi di trasporto per raggiungere Ganda. Innumerevoli anche le gare ciclistiche, tra le quali la Gazzaniga-Orezzo a cronometro, con più di 40 edizioni, e la Gazzaniga-Ganda.

 

Quali sono i progetti per il 2015?

Per il 2015 i progetti riguardano prevalentemente il mantenimento di quello che facciamo; le difficoltà sono tantissime, ma il gioco di squadra funziona bene e i vari settori hanno tutti un loro responsabile che gestisce l’attività: per l’atletica sono Carlo Salvoldi e Bruno Ghilardini, per lo sci Gigi Magni e per il ciclismo Cristiano Renzi; ognuno di questi, ovviamente, viene aiutato nelle varie attività dai consiglieri. A livello organizzativo per il 2015 riproporremo le classiche: Mezza sul Serio (il 6 aprile) e la “km verticale” Rova-Monte Poieto, nonché le due gare ciclistiche nostro fiore all’occhiello, la Gazzaniga-Orezzo e la Gazzaniga-Ganda.

 

Cosa significa essere il presidente de La Recastello e quali sono i suoi ruoli?

Essere presidente di questa storica società è per me motivo di orgoglio: sin da bambino sentivo parlare delle gesta dei nostri atleti gazzanighesi. Mio fratello Valentino, che lavorava al cotonificio Bellora, era solito raccontarmi di un suo compagno di lavoro, Coter Dino (Cica) e di Bombardieri Luigi (Martì), delle loro vittorie o delle loro sconfitte, e mi dicevo “Anche io un giorno voglio portare quella gloriosa canottiera verde”. E, infatti, l’ho portata per tanti anni, senza vincere nulla, ma sono onorato di averlo fatto. Ora, inizia il mio quinto anno di presidenza. La speranza è di fare sempre le cose nel modo migliore: dedico tanto tempo al mio ruolo, ma le soddisfazioni sono tante. Ricevo molte attestazioni positive dagli atleti, dai soci e anche da gente che magari non fa parte attivamente de La Recastello. Certo, ci sono anche le critiche, ma sono sempre costruttive.

Il prossimo 6 aprile 2015 (Pasquetta) si svolgerà la quarta edizione della “Mezza sul Serio”; noi abbiamo un sogno, ovvero che le amministrazioni comunali dei cinque paesi coinvolti (Gazzaniga, Fiorano al Serio, Vertova, Colzate e Cene) trovino il coraggio di proporre un giornata ecologica senza auto: sarebbe una vittoria per tutte le famiglie.

 

Per saperne di più: www.larecastello.com

 

Silvia Pezzera