“Macchinine in fuga”… per Pasquetta

E’ Pasquetta, tutti a passeggiare, a fare una scampagnata. E’ la tradizione che lo impone. Ma dove andare? Semplice. Quest’anno si va a Bondo Petello, a veder le “macchinine in fuga”. L’appuntamento è per lunedì di Pasquetta, che quest’anno cade il 1° aprile. Qui, dalle 14.30, per le strade della frazione di Bondo Petello, i volontari della parrocchia di Bondo Petello organizzano la 9^ edizione delle “Macchinine in fuga”, che rappresenta il “Carnevale Bondese”, una carnevalata a tre ruote, dove i partecipanti devono presentarsi su un mezzo di trasporto, rigorosamente senza motore, ma obbligatoriamente in maschera, con tanto di coriandoli e stelle filanti.

Ma ecco due domande d’obbligo. Chi può gareggiare? Chiunque voglia sperimentarsi in una nuova esperienza divertente e carica di adrenalina. Cosa deve portare? L’unico elemento essenziale da non dimenticare a casa è un qualsiasi trabiccolo trasformato per l’occasione a macchinina da discesa artigianale, che abbia un tema artistico e che sia stata creata con tanta fantasia e un pizzico di follia. Della serie…anche l’occhio vuole la sua parte.

Insomma, basta avere un “veicolo”, dal triciclo alla sedia da ufficio, dallo skateboard alle macchinine per bambini, che abbia almeno tre ruote (la cui misura massima potrà essere di 40 cm) e che non abbia nessun tipo di motore (gli unici ammessi sono la spinta e la forza di gravità).

Ma per meglio capirci, ecco alcune regole tratte dal regolamento. Il veicolo da gara deve essere costruito o riadattato in modo che il conducente lo possa guidare da posizione seduta. Il conducente deve sempre avere i piedi a livello della pavimentazione stradale per frenare e fermarsi in qualsiasi momento. La macchinina, poi, non può aver alcun tipo di propulsione a motore. Unica limitazione per le ruote, le quali non possono superare i 40 cm di diametro. I veicoli, come già detto, devono avere almeno tre ruote. Unica eccezione ammessa per i monopattini. Si possono usare biciclette, purché per bambini di età inferiore ai 6 anni e corredate di rotelle laterali. Possono essere: triciclo, monopattino, gippine e macchinine tipo peg-perego, skateboard e qualsiasi mezzo dotato di ruote, così come suggerisce la fantasia. La macchina da corsa, inoltre, deve avere un nome d’arte che si addica al personaggio rappresentato dal conducente. Infine, la stessa deve essere addobbata in sintonia alla maschera del conducente.

E’ il “Carnevale Bondese”, quindi bisogna vestirsi “a tema”. Altrimenti, che Carnevale è???

Il ritrovo è per le 14.30, presso la Casa della Comunità, per la registrazione dei partecipanti. Quindi, è prevista una sfilata. Il percorso si snoderà sulla discesa che collega la chiesa con il cimitero, passando accanto al nuovo parco-giochi. Ci sarà una manche di velocità e, a seguire, una manche con ostacoli. Sul percorso sono state sistemate curve mozzafiato, chicane e salti. La prima manche partirà alle 15.30, la seconda manche alle 16.30. Le premiazioni sono previste alle 17, presso la Casa della Comunità, mentre alle 19 la manifestazione si chiuderà con una cena (su prenotazione).

L’iscrizione è fissata in 5 euro a macchinina per gli under 14, mentre per gli adulti è 10 euro.

Per informazioni, telefonare Per informazioni: Ugo Martinelli (348.7360041), Daniel Noris (347.7124395), Sandro Cortinovis (035.754740).

 

Giuseppe Carrara