Operazione rinnovamento. La mossa è obbligata per l’ANPI provinciale di Bergamo. Si parte dal vertice. Il nuovo presidente provinciale ANPI è Mauro Magistrati, 26enne albinese, già presidente della sezione ANPI di Albino. L’elezione rappresenta una scelta storica per l’associazione, perché è la prima volta che si nomina un nuovo presidente dopo che, nel Secondo Dopoguerra, fu chiamato al timone dei resistenti bergamaschi Salvo Parigi, partigiano di Giustizie e Libertà. E proprio al giellino Salvo Parigi il neo-presidente Mauro Magistrati ha voluto dedicare la sua fresca nomina, ringraziandolo per il grande lavoro svolto in tutti questi anni per la difesa e la promozione dei valori della Resistenza e dell’antifascismo. L’elezione di Mauro Magistrati è avvenuta durante il Congresso Provinciale del 19 marzo scorso, che ha visto anche la definizione del nuovo Consiglio Direttivo.

Nato nel 1990, cresciuto ad Albino, dove risiede tutt’ora con mamma Luisa e papà Dino, Mauro Magistrati è il presidente della sezione ANPI di Albino. Diplomato al Liceo Classico “Paolo Sarpi” di Bergamo, è laureato alla Facoltà di Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali dell’Università di Pavia. Lavora nel campo della cooperazione sociale come coordinatore di servizi socio-assistenziali per anziani.

Artefice della riapertura della sezione albinese dell’ANPI nel 2011 (intitolata a due illustri concittadini, la Medaglia d’Oro Vittorio Gasparini e Ercole Piacentini), che conta oltre 100 iscritti, Mauro Magistrati ha richiamato nel suo discorso di insediamento che “l’ANPI non è né un partito né un sindacato, ma un contenitore che esprime coscienza critica, capace di affermare ciò che pensa, senza paure o reticenze, in piena autonomia d’azione e indipendenza di pensiero”.

 

Sara Nicoli