Memorial Birolini, record di partecipanti e bis di Vassalli

Ben 137 i corridori al via della gara per Amatori dalla stazione al Colle Gallo. Secondo successo per l’albinese. Il professionista Matteo Carrara alla premiazione

Record di partecipanti, bis in casa di Andrea Vassalli e il corridore professionista Matteo Carrara ad accogliere a sorpresa gli atleti al momento della premiazione. Sono i contenuti salienti della sesta edizione del Memorial Giuseppe Birolini “Toma”, la gara ciclistica per le categorie Amatori dedicata al campione albinese degli anni Trenta e Quaranta, disputata lo scorso 4 maggio sul percorso dalla stazione al Colle Gallo, 11 chilometri con un dislivello di circa 400 metri.

Prima prova del Trofeo Scalatore Orobico – ambita classifica che si snoda lungo tutta la stagione per un totale di 23 appuntamenti -, la gara organizzata da Amici ciclismo Acsi ha richiamato ben 137 partecipanti, facendo registrare un netto incremento rispetto ai già buoni numeri (oltre 90 iscritti) delle precedenti edizioni e una delle migliori performance in termini di adesioni di tutte le corse in salita della categoria disputate in Bergamasca.

Ad imporsi sull’agguerrita pattuglia di atleti, in un bel pomeriggio di sole, è stato Andrea Vassalli, 30 anni, portacolori dell’Asd Martinelli cicli Vedovati, albinese ora residente a Vertova, che ha scritto per la seconda volta il suo nome nell’albo della manifestazione, già vinta nel 2009, quando il traguardo era fissato in Valle Rossa. «La gara è partita subito veloce – racconta Vassalli -, a metà della salita ci siamo staccati in tre e a 150 metri dall’arrivo ho effettuato lo scatto vincente. È un bel risultato che spero possa essere il primo di una serie in questa stagione. Vincere in casa ha sempre un gusto speciale, è una salita che faccio quasi tutti i giorni, mi sono sentito a mio agio».

Vassalli ha preceduto Sandro Caravona (Giuliano Barcella), vincitore nella categoria dei Veterani, e Giovanni Spatti (Tokens cicli Bettoni), primo dei Senior. Nelle altre fasce il successo è andato: nei Gentlemen a Paolo Giovanni Previtali (Breviario), quinto assoluto, nei Supergentlemen A a Maurizio Riva (Team Zapp) tredicesimo sul traguardo, a Giovanni Terzi (Team Bike Travagliato) nei Supergentlemen B e ad un altro albinese, Sergio Personeni, 73 anni, nei Supergentlemen C. Tra le sei donne ai nastri di partenza ha avuto la meglio Valentina Patrini (Team Zapp). Nella classifica a squadre la bresciana Aurora ’98 ha preceduto il Team Zapp e la Giuliano Barcella.

«Albino è il mio paese, ci sono tanti tifosi che mi seguono con affetto – commenta Matteo Carrara, che ha lasciato l’attività professionistica lo scorso anno ed era presente alla premiazione – ed è un piacere per me vedere una gara su queste strade. Abbiamo tante belle salite, la più bella proprio il Colle Gallo, ed il ciclismo sta godendo di un rinnovato interesse, guadagnando spazi in nazioni che non avevano grande tradizione. Forse ci sono ancora un po’ di resistenze per l’attività giovanile, i genitori temono infatti i pericoli sulle strade, ma una volta saliti in sella e inforcati i pedali non si scende più, come dimostrano i partecipanti a queste gare amatoriali».

Il Memorial, coordinato da Alex Beloli, è nato nel 2008 per iniziativa della famiglia Birolini in occasione della pubblicazione di un libro che ripercorre, tra cronaca e storia, le imprese di Giuseppe Birolini, campione provinciale dilettanti nel ‘36 e nel ’38. «Una bella gara – nota Margherita Birolini, figlia di Giuseppe – che cresce anno dopo anno, come testimonia il numero di partecipanti. Sarebbe di certo piaciuto al papà vedere tanti appassionati sulle strade di Albino».