Montagna e corsa: un connubio che diventa passione

Esiste uno sport unico, fatto di impegno, fatica, passione e tante soddisfazioni, ma poco conosciuto e considerato. E’ la corsa in montagna, un universo fatto di “devoti” atleti e molti campioni, che esulano dai volti dei famosi sportivi, a cui i mass media ci hanno abituato. Una di questi campioni vive ad Orezzo, frazione di Gazzaniga, e quotidianamente si allena su strade, sentieri e sterrati, per raggiungere eccellenti risultati.

 

Il suo nome è Samantha Galassi, classe 1988, una ragazza minuta, ma con una grande forza nelle gambe e soprattutto nel cuore, che dal 2011 coltiva la grande passione della corsa in montagna. Originaria di Riparbella, in Toscana, all’età di 21 si trasferisce a Gazzaniga e da qui fa partire la sua grande avventura, la corsa in montagna.

In verità, da piccola, Samantha era totalmente estranea al mondo dello sport, ma un giorno una zia, quasi per gioco, le propone di entrare a far parte di una squadra ciclistica della zona, la “Marina di Cecina”. Inizia così per Samantha la sua carriera nel ciclismo, che pratica regolarmente fino all’età di 21 anni, partecipando anche a molte competizioni. Poi, Samantha si trasferisce a Gazzaniga e lascia il ciclismo, un mondo difficile soprattutto per la categoria donne, che troppo spesso viene sottovalutata e, grazie all’interessamento della società sportiva “La Recastello”, guidata dal presidente Luciano Merla, intraprende la carriera della corsa in montagna.

“Lo sport cambia di certo lo stile di vita di una persona – afferma Samantha – In modo particolare quando, come nel mio caso, si passa da uno sport ad un altro; bici e corsa infatti sono completamente diversi, e la muscolatura coinvolta è differente”.

Ma Samantha non si arrende e, allenamento dopo allenamento, giunge la prima vittoria in una competizione, presso il “Monte Blum”. E non finisce qui; molte altre importanti vittorie si possono leggere sul curriculum di Samantha, a partire da gare su terreni locali, come la medaglia d’oro nella “Mezza sul Serio 2014”, che si corre ad aprile nella media Valle Seriana, ad altri gradini più alti del podio, in competizioni provinciali, regionali e nazionali. Fino al 4° posto al “Campionato Italiano di Corsa in Montagna”, disputatosi in provincia di Imperia, che le ha fatto guadagnare la qualificazione ai campionati europei nel 2013, dove Samantha e le sue compagne, con la maglia della nazionale italiana, conquistano la medaglia d’oro a squadre. Successivamente, partecipa anche ad altre “selezioni” nel Trentino, che la vedono qualificarsi ai campionati mondiali in Polonia. E’ qui che Samantha dà il meglio si sé, piazzandosi al 15° posto e vincendo ancora con la sua squadra la medaglia d’oro.

“Praticare sport è bellissimo e fa star bene con sé stessi – continua Samantha – E voglio dire ai giovani sportivi che gareggiare è bello e non bisogna avere paura di confrontarsi con gli avversari. Ciò che conta non è il risultato, ma l’impegno che ci si mette, per dare tutto ed essere infine soddisfatti. A patto che alla fine della competizione si torni ad essere tutti amici.”

Oggi, Samantha è in cerca di un lavoro: “Mi piacerebbe trovare un lavoro che mi permetta di comprare una casa tutta mia e soprattutto che mi dia la possibilità di continuare a coltivare la mia passione per la corsa in montagna”.

Samantha oltre ad allenare giovani atleti di età compresa tra i 10 e i 17 anni, si allena quotidianamente, sia su strada che su sterrato, con l’obiettivo non asolo di vincere, ma anche di tenere alto l’onore dei campioni di “casa nostra”.

 

Silvia Pezzera