Mostra fotografica del Cai sulle alpi

Si fa concreta l’azione della sottosezione del CAI di Albino verso la conoscenza, la valorizzazione e la promozione dell’ambiente alpino. Dallo scorso mese di agosto, infatti, ha preso il via, con lancio promozionale di depliant e manifesti, molti dei quali anche nei negozi della città, il progetto “Mostra Fotografica 2013”, un concorso a premi rivolto ai soci albinesi del CAI e a tutti gli amanti della montagna, e della natura in generale, che punta in prima analisi a far scattare, in queste settimane che ancora hanno il “sapore” dell’estate, ma anche nella prima parte del mese di ottobre, fotografie e flash che hanno per tema il mondo e il paesaggio alpino. Immagini che poi verranno esposte in una mostra che avrà per titolo “Personaggi tipici e attività umane nel contesto delle nostre Alpi”. Quindi, l’invito rivolto dai responsabili del sodalizio alpino guidato da Claudio Panna è quello di fotografare non solo le nostre Prealpi Orobie, le Valli Bergamasche, le vallette laterali e le cime della nostra tradizione alpina, che peraltro la fanno da padrone nelle nostre passeggiate ed escursioni, ma più in generale fotografie scattate lungo tutta la catena alpina, dalle Alpi Marittime, in Liguria, con partenza dal Monte Argentera, fino al più lontano Friuli Venezia Giulia, fino al Carso triestino e sloveno, cioè fino al Monte Coglians. In tutto una quinta di teatro di oltre 1.200 km: qui, lo scenario dove catturare i migliori soggetti per le nostre fotografie.

Ogni autore che riterrà di iscriversi al concorso potrà presentare fino a tre opere, per un formato massimo di 30 X 40 cm. Le fotografie potranno essere a colori o in bianco e nero.

La scadenza per la consegna delle opere è fissata per venerdì 11 ottobre. Sabato 19 ottobre, invece, la sottosezione di Albino del CAI provvederà ad inaugurare la mostra, allestita presso la biblioteca comunale, in via Mazzini.

La cerimonia di premiazione delle migliori fotografie partecipanti al concorso si svolgerà sabato 30 novembre, alle 20.30, presso l’auditorium comunale “Città di Albino”, durante la serata teatrale “Due amori: storia dell’alpinista Renato Casarotto”.

Intanto, continua si chiude in questo mese di settembre il programma delle gite estive allestito dal CAI di Albino per l’estate 2013: dopo la scalata alpinistica alle Pale di San Martino e al Monte Agner, nelle Dolomiti (7 e 8 settembre), e la partecipazione alla Sagra del Bitto, in Val Gerola di Valtellina (15 settembre), la gita di chiusura è fissata per domenica 22 settembre sul Monte Baldo (Punta Telegrafo e giro dei rifugi).

Chiuso il programma estivo 2013, il CAI albinese ha in serbo altre sorprese: il 29 settembre, un gemellaggio con il CAI di Borgomanero (Novara), che prevede un’escursione ai Laghi di Valgoglio (Sucotto, Aviasco, Campelli basso, Cernello, Lago Nero, Lago Canali) (29 settembre); il 5 e 6 ottobre, una gita al mare per le famiglie, sulla Riviera di Ponente della costa ligure.

Per informazioni, telefonare allo 035.751624.

T.P.