“Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di cui non sai nulla. Sii gentile. Sempre”

(Platone)

Oggi, il fenomeno del bullismo e del cyberbullismo, le fragilità della dimensione comportamentale e gli atteggiamenti antisociali sono dinamiche che si configurano sempre più come emergenza sociale in contesti giovanili e scolastici. La scuola identifica una realtà imprescindibile per la crescita personale e per lo sviluppo emotivo di ciascun alunno.

Ebbene, in occasione della “Giornata contro il bullismo e il cyberbullismo”, in calendario il 7 febbraio, l’Istituto comprensivo “G. Solari” di Albino, ha organizzato delle iniziative dedicate, allo scopo di educare, sensibilizzare e prevenire tali fenomeni.

In particolare, le classi della scuola primaria e le classi prime della scuola secondaria di primo grado hanno realizzato dei portachiavi e dei fiocchetti ispirandosi al nodo blu, simbolo del bullismo e della sua diffusione in rete. Il manufatto è stato ideato per essere un segnale di speranza, coraggio, solidarietà e aiuto reciproco.

Le classi seconde e terze della scuola secondaria di primo grado del plesso di Desenzano al Serio e del plesso di Abbazia, invece, hanno proposto un flashmob, dal titolo “Attenzione, concentrazione, ritmo e …umanità”, come momento di manifestazione collettiva e di contrasto al fenomeno.

Questa attività, svoltasi contestualmente con altri istituti della provincia di Bergamo, rientra tra le iniziative proposte dall’Ufficio Scolastico Territoriale per informare, incoraggiare la consapevolezza e l’assunzione di responsabilità da parte di tutta la comunità scolastica.