Ormai, è un “plus” consolidato la “green mobility”, a San Paolo d’Argon. Dopo l’esordio lo scorso anno della prima esperienza, l’Amministrazione comunale ha aperto, in questa primavera, un secondo bando pubblico, destinato ai soli residenti di San Paolo d’Argon, per l’assegnazione di una serie di incentivi che puntano a promuovere la conversione a metano e gpl degli autoveicoli a benzina euro2 e benzina euro3, mediante l’acquisto di nuovi autoveicoli bi-fuel alimentati a gpl o metano, elettrici o ibridi, e per l’acquisto di biciclette elettriche a pedalata assistita. In pratica, una serie di “buone pratiche” per favorire la “mobilità sostenibile” per il rispetto dell’ambiente e contro l’inquinamento da smog. Ma quest’anno c’è di più. Oltre a voler implementare sul territorio comunale la mobilità sostenibile, in particolare elettrica, l’amministrazione comunale inserisce la possibilità di ottenere incentivi anche per chi sostituisce o modifica le vecchie caldaie installate nella propria abitazione con nuovi modelli ecocompatibili. Nello specifico, è ammessa al contributo la sostituzione della caldaia esistente con caldaia a condensazione o caldaia integrata con un impianto solare termico.
“Grazie a questo bando – spiega il consigliere con delega all’Ambiente Marco Facchinetti – daremo un’ulteriore spinta per la riduzione delle emissioni di CO2, intervenendo sia sui trasporti privati che sulle abitazioni, contribuendo così in maniera concreta al miglioramento della qualità dell’aria in ambiente urbano (PM10, NOx), viste le restrizioni adottate dall’”ordinanza regionale protocollo aria”. Sono convinto che occorra migliorare sempre di più l’utilizzo dei veicoli ad alimentazione elettrica, ma anche a metano, gpl o ibridi, sia per gli spostamenti casa-lavoro-studio sia per il tempo libero. E ora anche un’attenzione particolare sulle abitazioni, le cui caldaie per il riscaldamento domestico sono spesso obsolete.”
Le risorse stanziate per il bando sono inserite nel bilancio di previsione 2018. Saranno liquidate dal Comune, a copertura parziale delle spese: per un importo di 300 euro per la trasformazione di autoveicoli euro 2, 3, 4 e 5 a benzina convertito ad alimentazione gpl o metano; per un importo di 800 euro per l’acquisto di nuovo veicolo bi-fuel alimentato a gpl o metano, elettrici o ibridi e con conseguente dismissione autoveicolo euro 0, 1, 2 e 3 benzina o euro 0, 1, 2, 3 e 4 diesel opportunamente documentata (nella definizione di “nuovo” ricadono altresì i veicoli denominati “km 0” e le “auto aziendali” con immatricolazione non superiore all’anno dalla data di inoltro della richiesta di contributo); per un importo di 200 euro per bicicletta elettrica acquistata; per un importo di 300 euro per caldaia esistente sostituita con modelli “green”. L’incentivo sarà erogato entro 30 giorni dalla data di presentazione della domanda.
Le domande per l’assegnazione dell’incentivo devono essere presentate all’Ufficio Protocollo entro il 30 settembre.

Ti.Pi.