Che bello, proprio una bella festa. I ragazzi che entravano in campo, di corsa, con le bandiere e i palloncini in mano distribuendosi dapprima ai lati del rettangolo di gioco, poi confluendo al centro del campo, formando tre lettere, la “G”, la “S” e la “O”, a significare il “Gruppo Sportivo Oratorio” (quello dell’Aurora Trescore), dove militano nei vari campionati di categoria. E poi il lancio dei palloncini in cielo, gli applausi degli spettatori in tribuna e delle autorità presenti in campo, amministrative e religiose. Una bella festa, in allegria e amicizia, dal chiaro sapore sportivo, tutto per celebrare degnamente, come si conviene ad un grande evento, l’inaugurazione del nuovo campo di calcio in erba sintetica dell’Oratorio di Trescore.

L’evento si è svolto il 1° giugno. E la tanta gente accorsa al campo è stato il segno dell’impegno e della generosità manifestata da tante espressioni della comunità, per portare a compimento questo sogno: singoli cittadini, imprese, amministrazione comunale, tutti a “sponsorizzare” un’infrastruttura di cui l’Oratorio aveva estremamente bisogno, per far giocare meglio e in sicurezza le squadre del settore giovanile del GSO Aurora Trescore. Senza dimenticare il nuovo impianto di illuminazione e la nuova casetta per gli attrezzi.

Con questa nuova opera, dunque, passa agli archivi il vecchio campo di calcio in terra battuta, calpestato da diverse generazioni di ragazzi. Ora, i tempi cambiano, un nuovo campo in erba sintetica, più moderno, funzionale, efficiente.

Alla cerimonia di inaugurazione erano presenti il parroco don Ettore Galbusera, il curato don Giuliano Simoncelli, il sindaco Donatella Colombi, l’assessore al Bilancio Erminio Cattaneo, don Alberto Facchinetti, don Franco Zamboni e l’on. Giovanni Sanga.

Da allora, il campo ha ospitato diversi tornei, proprio per saggiare le qualità della struttura sintetica.

 

Sara Nicoli