E’ previsto un inizio di agosto coi fiocchi per la frazione “Masserini” di Gazzaniga che, anche quest’anno, si accinge a festeggiare la ricorrenza della “Madóna de la Schisciada”, una commemorazione che perdura da oltre 350 anni, da sempre celebrata con devozione dai residenti della frazione.
La festa prenderà il via martedì 1° agosto, presso il campetto sportivo, con un programma accattivante: alle 20.15, il campione di Bike Trial Marco Bonalda si esibirà con la sua particolare bicicletta, e replicherà la performance alle 22.15; nel frattempo, alle 21, il “Team Vallecamonica” e “Leo dj” intratterranno i presenti con la simpatica musica country. La festa proseguirà mercoledì 2 agosto, a partire dalle 20.30, con un’elegante sfilata di moda; in seguito, largo ad una serata di intrattenimento con “Claudio e Friends”. Giovedì 3 agosto si terrà la prima selezione dello show “Italia’ col Talènt”, competizione di dilettanti allo sbaraglio, che si cimenteranno il diverse performance, come canto, ballo e recitazione; a seguire, festa con l’AfroMusic di Dj Nello, per una serata in look “total black”.
Venerdì 4 agosto, alle 17.30, al termine della recitazione del Rosario, si terrà la tradizionale processione con la statua della Madonna per le vie della frazione; in serata, alle 20.15 i giudici valuteranno i concorrenti della 2^ selezione di “Italia’ col Talènt”, cui seguirà il gusto latino-americano del gruppo “Baila con Migo”. Il giorno sabato 5 agosto, commemorazione della “Madóna de la Schisciada”: le S.Messe sono alle 8 e alle 10, presso la chiesetta della frazione; in serata, puntata conclusiva dello show “Italia’ col Talènt”, nella quale verrà decretato il vincitore; a seguire, l’inarrestabile dj di Radio Antenna2 Tony Tranquillo intratterrà il pubblico con l’intramontabile musica anni ‘70-‘80-‘90, in una atmosfera in “total white”.
La festa terminerà domenica 6 agosto: alle 12, pranzo di aggregazione per gli ospiti delle Case di Riposo, al quale è richiesta gentile prenotazione; in serata, animazione musicale classica con il ballo liscio del gruppo “Vela Bianca”.
Un palinsesto ricco e variegato, dunque, per una festa ormai matura e consolidata, che da anni riscuote un ottimo successo; inoltre, ogni sera a partire dalle 19, sarà attivo il servizio cucina, con piatti tipici della tradizione casereccia, pizza e servizio bar. Disponibile anche l’area-bambini, con giochi e baby-dance dall’ora di cena fino all’inizio dell’intrattenimento serale. E, infine, ma cosa non da poco, la festa avrà luogo completamente al di sotto di una tensostruttura, che garantirà riparo in caso di pioggia.
Il ricavato delle serate verrà destinato a coprire le spese per i lavori alla struttura polivalente nei pressi del campetto.
Storicamente, la commemorazione della “Madóna de la Schisciada” risale al 1661, anno nel quale un miracolo coinvolse i tre fratelli Luigi, Lorenzo e Santo Peracchi, i quali si recarono comunque a lavorare nei campi trasgredendo alla promessa fatta di non lavorare il giorno della festività della “Madonna della Neve”; quando venne il momento del pranzo, spezzando la pagnotta casereccia, chiamata appunto “Schisciada”, caddero alcune gocce di sangue.
Riconducendo l’accaduto a un miracolo della Madonna, i fratelli si pentirono della promessa mancata ed edificarono una cappella intitolata alla “Madonna della Neve” che, nel corso degli anni, è divenuta la chiesetta oggi ben visibile sulla strada che sale verso la frazione di Orezzo.

Silvia Pezzera