E’ finita con il pareggio in casa 3-3 col Rovetta e l’ottavo posto in campionato la prima e bellissima stagione dell’oratorio Albino nel campionato di calcio di seconda categoria girone B.

Forse, l’unico rammarico di questa stagione per l’Oratorio Albino è quello di aver perso il derby coi cugini della Falco. Infatti, all’andata al campo Kennedy, dopo soli tre minuti, grazie ad una dormita della difesa, la Falco era già in vantaggio di un gol. Poi però l’oratorio Albino è riuscito a recuperare ed è finita 2-2.

Al ritorno al campo Falco, l’Oratorio Albino era partito fortissimo e grazie a un gol di Andrea Gandossi e uno di Saliu Bho vinceva già due a zero sbagliando diverse occasioni per fare il terzo gol e chiudere la partita.

Poi verso la fine del primo tempo, su un calcio d’angolo, la Falco segna il gol del 2-1. All’inizio del secondo tempo grazie ad un cartellino giallo di troppo l’Oratorio Albino è rimasto in dieci per l’espulsione del capitano Flavio Cottini. A questo punto la Falco assetata di punti play off riesce a pareggiare e poi vincere il derby 4-2 .

Comunque, è stata un’ottima stagione questa per l’Oratorio Albino, dove la squadra ha raggiunto l’obiettivo stagionale della salvezza con diverse giornate di anticipo.

Durante il campionato si è rivista la bella squadra che l’anno scorso ci ha fatto divertire vincendo il suo campionato di terza categoria. Con un gioco fatto di attese e veloci ripartenze. L’inizio di questa stagione è stata promettente: la compagine ha giocato alla pari con squadre più forti e blasonate, poi però una volta raggiunto l’obiettivo della salvezza si è un po’ deconcentrata lasciando punti preziosi per strada.

Da sottolineare comunque le bellissime vittorie con il Trescore fuori casa 1-0 e la bellissima vittoria in casa 2-1 col Chiuduno, che poi ha vinto il campionato ed è salito direttamente in prima categoria.

Siamo contenti sia per i risultati ottenuti che per l’affiatamento – dice Flavio Cottini, capitano della squadra che si è creato all’interno della squadra. Siamo tutti amici e dove non arriviamo con la tecnica, arriviamo con la grinta, l’affiatamento e il gioco di squadra.”

La squadra durante il campionato ha saputo anche valorizzare i giovani del vivaio: Gabriele Gandossi classe 1998, Mauro Fustinoni di un anno più giovane, Marco Zanga del 1994 e Simone Proscia classe 1995. Inoltre, si sono confermati i giocatori che l’anno scorso hanno vinto il campionato di terza categoria; con 12 reti, Saliu Bho è stato il capocannoniere della squadra.

L’allenatore Aldo Noris ha così commentato la stagione: “Il campionato è iniziato alla grande e la soddisfazione è quella di aver giocato alla pari con tante squadre più blasonate di noi che sono andate ai play off. Poi, una volta raggiunta la salvezza, ci siamo un po’ svuotati e abbiamo perso le motivazioni. Mi è dispiaciuto perdere il derby con la Falco ma la cosa bella è stata che dopo le partite sia all’andata sia al ritorno c’è stato il terzo tempo dove tutti i giocatori si sono stretti la mano. Faccio comunque i complimenti ai ragazzi per l’ottima stagione

Soddisfatto il direttore tecnico Roberto Moroni: “Abbiamo raggiunto la salvezza già a metà del girone di ritorno e ottenuto l’obiettivo ci siamo un po’ adagiati dando spazio a tutti i giocatori della rosa. Abbiamo ottenuto questi risultati grazie alla voglia e alla determinazione del gruppo e all’empatia che si è creata tra lo staff tecnico e la squadra.”

 

Sergio Tosini