Ortodonzia invisibile: il metodo Invisalign

Negli ultimi anni si sente parlare, sempre più spesso, di una tecnica speciale di mascherine trasparenti

Quando si sente parlare di “ortodonzia” scatta spontanea l’immagine mentale di un bambino e o un ragazzo con il classico apparecchio metallico sui denti. Spesso gli adulti pensano di essere “troppo vecchi” per raddrizzare il proprio sorriso, sebbene sia un desiderio non di pochi. Negli ultimi anni si sono moltiplicate le possibilità di allineare i denti anche per gli adulti: in particolare si comincia a sentir parlare sempre più spesso di una tecnica speciale di mascherine trasparenti: il metodo Invisalign.

 

Scopriamo meglio di cosa si tratta con quest’intervista al Dr Luis Huanca, responsabile  di Ortodentista.it.

E’ vero che anche da adulti si può mettere l’apparecchio ortodontico per allineare i denti e migliorare il proprio sorriso?

Certamente, non ci sono limiti di età per affrontare il trattamento ortodontico, semplicemente i denti si muovono un po’ più lentamente rispetto ai ragazzi.  Da recenti statistiche è emerso che circa il 70% degli adulti non sono soddisfatti del proprio sorriso ma che solamente l’1% ricorre alla terapia ortodontica perché quasi tutti pensano che il solo modo di raddrizzare i denti siano gli apparecchi metallici, e “da grandi” non si è giustamente disposti a questo tipo di approccio. Ora invece grazie a questa tecnica di ortodonzia “invisibile” si possono riallineare i denti senza compromettere l’estetica del paziente.

La interrompo subito perché vorrei sapere che cosa significa che è un’ortodonzia “invisibile”?

Si tratta di una serie di allineatori/mascherine trasparenti molto sottili in resina poliuretanica che, a differenza degli attacchi metallici incollati ai denti, sono completamente rimovibili ed in grado di spostare i denti con leggerissimi movimenti progressivi. La mascherina copre completamente i denti ed è quasi invisibile quando è posizionata. L’ho utilizzata personalmente nel corso dell’ultimo anno e ho sperimentato in prima persona come la maggior parte dei miei pazienti e delle persone che incontravo non si accorgessero che avessi in bocca l’apparecchio. Provarla in prima persona mi ha aiutato a capire come gestire questo apparecchio nella vita di tutti i giorni e mi è utile per dare consigli mirati ai pazienti che intraprendono questa strada.

Interessante, in cosa consiste dunque il trattamento con questi allineatori trasparenti?

Dopo la prima visita vengono prese delle impronte di precisione e, prima di iniziare il trattamento, viene elaborata una simulazione tridimensionale di come si sposteranno i denti. Il paziente può avere così fin da subito un’idea verosimile di come sarà il suo sorriso ancora prima di cominciare la terapia.

Questi allineatori spostano i denti gradualmente (0,1-0,2 mm per ogni mascherina) e sono da indossare costantemente (giorno e notte, tranne quando si mangia). Ogni 7-10 giorni la mascherina avrà fatto il suo effetto e si potrà passare a quella successiva della serie fino a raggiungere il risultato pianificato in partenza.

Questa terapia ha una durata maggiore rispetto a quella ortodontica tradizionale con l’apparecchio metallico?

Il tempo richiesto per completare il trattamento varia da persona a persona, e viene stabilito con la visita specialistica di ortodonzia una volta determinata la complessità del problema di ogni singolo paziente. La durata comunque è del tutto analoga alla terapia tradizionale, ma con il vantaggio di avere in bocca qualcosa di non evidente e rimovibile. Si può togliere l’apparecchio per sentirsi a proprio agio per occasioni sociali importanti, bisogna toglierlo per mangiare e per lavare i denti. Ovviamente, come tutti gli apparecchi mobili, funziona solo se lo si usa con costanza (non basta solo la notte), ma questo in generale non è un problema di un adulto che se si impegna in una terapia di questo tipo, lo fa perché pienamente motivato.

Ci sono altri motivi per i quali lei consiglierebbe il trattamento con Invisalign ad un adulto?

Oltre a facilitare una corretta igiene orale e a fornire un’ottima estetica, queste mascherine sono molto confortevoli perché essendo così sottili e flessibili non irritano i tessuti molli della bocca come invece capita con gli attacchi ortodontici. Poiché le si toglie quando si mangia, non bisogna porre particolare attenzione al tipo di alimentazione e, rispetto agli apparecchi tradizionali, riducono il rischio di carie perché ci si può spazzolare i denti perfettamente.

Mi ha convinto… E inoltre ho amici a cui interesserebbe cambiare il proprio sorriso, come possiamo fare?

Per presentare questa tecnica alle persone interessate, abbiamo organizzato per sabato 9 Aprile 2016 un open-day aperto a tutti presso il nostro studio ad Albino in cui verrà effettuata una prima visita gratuita con la presentazione dal vivo di questa tecnica e l’impostazione del piano di trattamento per chi ha compreso che non è mai troppo tardi per regalarsi un bel sorriso.