Buone notizie sul fronte dei rifiuti, a Trescore. L’amministrazione comunale ha avviato un nuovo sistema di raccolta della frazione secca dei rifiuti, che prevede, dal 1° luglio, l’obbligatorietà di utilizzare un bidoncino rigido, personalizzato per ogni utente, dotato di sistema di riconoscimento elettronico “microchip”. In questo modo, sarà possibile attribuire in modo puntuale l’effettivo quantitativo di rifiuti indifferenziati prodotti dall’utente.
Una rivoluzione nel campo dei rifiuti. Mediante l’introduzione della “tariffa puntuale”, infatti, ogni utente dovrà pagare in base ai rifiuti che effettivamente produce. Cioè, vale il principio del “più produco più pago”. Il contenitore rigido dotato di microchip andrà a misurare il numero di svuotamenti che ogni utenza fa. La lettura avverrà in tempo reale da parte del gestore proprio attraverso il microchip. Quindi, una “tariffa puntuale”, cioè la cifra da pagare in bolletta sarà in base agli svuotamenti del contenitore.
Alle spalle, dunque, il vecchio sistema di raccolta, che prevedeva l’utilizzo del cosiddetto “sacco comunale”, con stampigliata la scritta “Comune di Trescore”. Ora, i cittadini trescoresi potranno avere una tariffa più equa e la possibilità di risparmiare, effettuando una raccolta differenziata più virtuosa, con conseguenti risvolti positivi a livello tariffario.
Attenti. Il nuovo sistema riguarda solamente la frazione secca, ovvero il rifiuto che ad oggi viene inserito nel sacco rosso. Per le altre raccolte (carta, plastica, umido, vetro, lattine) tutto rimarrà invariato.
In questi giorni di maggio gli utenti stanno ricevendo una lettera informativa, dove sono indicate le date per il ritiro del bidoncino e della nuova guida pratica alla raccolta differenziata (presso la Corte Grande – ingresso da Via Lotto, angolo scuole elementari), oltre alle date delle assemblee informative, avviate dall’amministrazione comunale, che servono ad approfondire il nuovo sistema di conferimento. Già lo scorso 22 maggio c’è stata un’assemblea dedicata alle utenze “non domestiche”. Ora, invece, per un’informazione capillare e ficcante, sono in programma tre assemblee dedicate a tutti i cittadini; la location è la sala parrocchiale dell’Oratorio, con ingresso da via Locatelli: 7, 12 e 20 giugno alle 20.30.
Una nota tecnica. All’interno del bidoncino i rifiuti non potranno essere sfusi, ma dovranno essere inseriti nei sacchetti rossi ritirati in Municipio. Soltanto dal 1° gennaio 2018 sarà possibile inserire nel contenitore qualsiasi tipo di sacchetto, purché trasparente.
Ovviamente, per il buon esito dell’iniziativa, sarà fondamentale la partecipazione attiva della cittadinanza.

Ti.Pi.