Solidarietà e motori: un binomio che da due anni corre sui binari che collegano Caprino Bergamasco e Vertova, per sostenere progetti umanitari o iniziative di aiuto per soggetti diversamente abili. Merito della Scuderia Ferrari Club di Caprino Bergamasco e della Zaninoni Packaging Group di Fiorano al Serio, che anche quest’estate hanno organizzato, presso la Fondazione IPS “Cardinal Gusmini” di Vertova, un raduno ufficiale delle Ferrari, dal titolo “La follia viaggia veloce… cavalcala!”. Chiaro l’obiettivo: permettere agli ospiti della Fondazione di poter salire gratuitamente sulle rombanti Ferrari per un giro turistico e, nel contempo, offrire questa opportunità anche agli appassionati del Cavallino Rampante “esterni” alla struttura assistenziale, mediante un’offerta libera.
L’appuntamento “in rosso” ha preso il via al mattino con il ritrovo dei bolidi di Maranello, una ventina, che si sono schierati “in passerella”, davanti all’ingresso della Fondazione. Da qui, la partenza dei “giri turistici”: gratuiti per gli ospiti della Fondazione e “ad offerta libera” per tutte le persone che vorranno salire sulle fuoriserie.
“L’idea del raduno è nata lo scorso anno da una richiesta proveniente dalle Comunità Psichiatriche della Fondazione – spiega Arianna Zaninoni, della Zaninoni Packaging Group, che è anche segretaria del Ferrari Club bergamasco – Subito l’abbiamo accolta, perché in linea con i nostri doveri statutari. In tutto, una trentina di Ferrari, presenti a Vertova in gran livrea, coordinate dal presidente Paolo Magni: a rotazione, sono state impiegate per effettuare i giri turistici in paese, secondo un percorso prestabilito. L’evento, ovviamente, va al di là del suo aspetto sportivo, ma punta a sensibilizzare la comunità sulle attività della Fondazione, in particolare delle tre Comunità Psichiatriche presenti al suo interno: Quadrifoglio, Rugiada e Agorà”.

Tiziano Piazza