Per gli alunni della scuola primaria c’è la guida all’educazione stradale

“La strada è un luogo di incontro per le persone, uno spazio per gli scambi, per gli acquisti e per il lavoro; uno strumento che facilita gli spostamenti e riduce le distanze. Un punto di riferimento, la strada è di tutti: su di essa si incrociano esigenze, necessità, interessi differenti e complementari. Per questo il suo uso deve essere regolamentato. Non è una pista, il posto dove giocare, un luogo dove abbandonare i rifiuti; soprattutto non è una proprietà personale…”. Sono queste le parole usate come risposta alla domanda “Cos’è la strada?”, la questione d’incipit posta nelle prime pagine del fascicolo “I Bimbi & la Strada”, il nuovissimo progetto realizzato dal Comune di Gazzaniga, su proposta dell’assessore all’Istruzione e Cultura Luisa Dal Bosco, e rivolta a tutti i bambini della Scuola Primaria di Gazzaniga, invitandoli all’educazione stradale e alla sicurezza.

 

Il progetto consiste in un opuscolo di una quarantina di pagine nel quale, in modo divertente e originale, viene offerta la possibilità ai giovani lettori di iniziare a prendere confidenza con le norme che regolano la circolazione sulle nostre strade. Quindi, vengono passate in rassegna, con una semplice spiegazione, le questioni inerenti alla circolazione stradale, le parti che compongono la strada, le corsie di marcia, i marciapiedi, per passare poi alla presentazione dei veicoli e degli utenti della strada, fino ai segnali stradali. Tutto illustrato attraverso brevi e semplici concetti, accompagnati da immagini simpatiche e colorate.

Un modo giocoso per stimolare ed educare civilmente i ragazzi – commenta il primo cittadino Mattia MerelliQuesti possono iniziare già da piccoli a capire come comportarsi sulle vie del nostro paese. Di questi tempi vige la fretta, tutti corrono, e spesso ci si dimentica  del corretto atteggiamento da tenere sulla strada, che, non bisogna dimenticare, è di tutti”.

L’opuscolo comprende anche una sezione informativa dedicata ai genitori e riguardante alcune norme sul trasporto sicuro, prima fra tutte l’utilizzo del seggiolino in auto. “E’ proprio questo il punto forte del progetto – spiega l’assessore all’Istruzione e Cultura Luisa Dal Bosco – Anche se distribuito ai ragazzi, l’opuscolo viene condiviso a casa con tutta la famiglia e a scuola con gli insegnanti, i quali possono prendere spunto per lezioni di educazione stradale”.

Il libro, oltre alle parti descrittive, contiene anche alcune sezioni interattive, con disegni da colorare e piccoli quiz, nei quali i bambini possono valutare le competenze acquisite; ma anche consigli sul comportamento da adottare sui mezzi pubblici e su cosa fare a scuola in caso di emergenze, come terremoti, incendi e alluvioni. Un libretto interamente a “costo zero” per il Comune, stampato dall’agenzia FB Comunicare di Bergamo, grazie alle donazioni degli sponsor, e distribuito gratuitamente a tutti i bambini.

La presentazione ufficiale è avvenuta a scuola lo scorso 5 aprile, alla presenza del sindaco Mattia Merelli e dell’assessore Luisa Dal Bosco, la quale così ha sottolineato: “Un particolare ringraziamento va a tutti gli sponsor, senza i quali la realizzazione del progetto non sarebbe stata possibile”.

 

Silvia Pezzera