Innovazione e sicurezza. Ma anche qualità degli ambienti. E’ stato apprezzato da ragazzi e genitori l’open day all’Isiss “Valle Seriana” di Gazzaniga. La dimostrazione è nel folto numero di persone che hanno voluto partecipare al doppio momento di apertura al pubblico, organizzato dallo staff dirigenziale dell’istituto. Un’occasione per presentare l’offerta formativa, con i corsi, gli indirizzi, i progetti, ma soprattutto le novità introdotte a livello strutturale, per migliorare la qualità degli ambienti e l’efficienza dei servizi. In verità, tutto era partita nella scorsa estate, quando l’Istituto statale “Valle Seriana” di Gazzaniga…non è andato in vacanza, ma ha aperto le sue porte ad artigiani e imprese edili per rinnovare diversi ambienti, quali aule, corridoi, bagni e palestra, cioè innovazioni tecnologiche e interventi impiantistici.
Per la cronaca, già nel 2016, era stata inaugurata la nuova ala, dotata di ambienti moderni e tecnologicamente avanzati. Ma era la parte più vecchia, che risale agli anni ’60, che aveva bisogno di un restyling strutturale, per una riqualificazione dei servizi e delle attività. Bene, con una spesa di circa 100.000 euro, frutto di contributi provenienti anche dal Consorzio BIM Bergamo, Provincia di Bergamo e dalle stesse famiglie, si sono effettuati interventi di grande portata: rifacimento di tutti i bagni del secondo piano; realizzazione di un’aula per interventi di recupero, sostegno e attenzione alle disabilità; tinteggiatura dei corridoi, dell’atrio, degli uffici, della palestra; sostituzione delle porte e dei serramenti dei bagni; installazioni di alcune telecamere; automazione del cancello in via Seghezzi e in via Marconi.
Insomma, tanti interventi, che hanno rinnovato l’edificio, ma anche con una particolare attenzione al risparmio energetico: sostituzione dell’illuminazione con lampade a led di 18 watt.
Forte di 1.400 studenti, l’Isiss “Valle Seriana” è stato recentemente premiato dagli organizzatori di “BergamoScienza”. Merito dei ragazzi delle due terze liceo dell’Istituto, guidati dalla prof.ssa Silvia Marinoni e da altri cinque docenti: Melania Perego, Marta Franceschetti e Francesco Bertucci (insegnati di scienze); Gregorio Sterli ed Emanuele Dottori (insegnanti di storia dell’arte). Il premio è stato assegnato all’Istituto di Gazzaniga perché la scuola si è caratterizzata, negli anni, con proposte originali e innovative, presentate in modo sempre accurato.

P.S.