Precisazione Uniacque

 

Nei giorni scorsi sono giunte in Municipio numerose segnalazioni da parte di utenti Uniacque per la ricezione di bollette con scadenza 28 febbraio 2014. Molti utenti (quelli con delega alle banche) sostengono di averle già pagate, quindi temono di doverle pagare un’altra volta.

 

L’allerta è partita e sta girando anche su Facebook.

Ovviamente, da noi interpellata Uniacque ha fornito, nella persona di Loredana Gritti, responsabile Area Clienti, la propria versione ufficiale che riportiamo qui di seguito.

“In calce la comunicazione allegata alle bollette pervenute in questi giorni al domicilio degli utenti di Albino. Nella stessa vengono riportate le motivazioni che ci hanno costretto a riprodurre il documento e viene indicata la nuova scadenza attribuita alle bollette, che è stata spostata al 30 giugno. Il documento fiscale originario non è invece stato rettificato, anche per non indurre il cittadino a pensare si trattasse di una bolletta diversa da quella già eventualmente ricevuta.

Siamo certi della presenza dell’avviso; alcuni utenti ce l’hanno mostrato allo sportello.

Il disguido, come precisato nella nota, è imputabile al mancato recapito delle bollette da parte del corriere da noi incaricato; essendo il fenomeno generalizzato e non potendo individuare la maggioranza degli utenti che non avevano ricevuto la bolletta, la stessa è stata rispedita a tutti i cittadini con preghiera di non pagarla ove già avessero provveduto. Chi ha il rid, ovviamente, non troverà un nuovo addebito; si dovrà solo assicurare di aver pagato alla precedente scadenza, poiché molti rid sono andati insoluti.”