Si fa sempre più concreta e dinamica l’attività della sezione di Albano Sant’Alessandro dell’Associazione Nazionale Polizia Penitenziaria (A.N.P.Pe.), che nasce dalla volontà del personale in quiescenza, già appartenente al disciolto Corpo degli Agenti di Custodia e al Corpo di Polizia Penitenziaria. Oltre a promuovere i suoi consolidati obiettivi a servizio della comunità, come la sicurezza dell’ambiente cittadino e dei suoi abitanti, il controllo delle zone a rischio, la vigilanza a manifestazioni, eventi e feste, operando in veste di operatori civici, di concerto con le autorità locali e gli organi di Polizia, il nucleo volontari del sodalizio, in collaborazione con l’assessorato alla Sicurezza e Protezione Civile, ha presentato lo scorso 28 maggio, il “gruppo cinofilo”, cani da ricerca persone, dell’A.N.P.Pe, primo ed unico in Italia.

Il ritrovo si è svolto presso la Piazza dell’Alpino. Dopo i saluti del sindaco Maurizio Donisi e del presidente dell’A.N.P.Pe., ha preso la parola l’istruttore responsabile Dott.ssa Figus Giorgiana, che ha presentato il gruppo cinofilo, in particolare i cani. A seguire, si è tenuta una dimostrazione, che ha evidenziato l’operatività dei cani da soccorso. Al termine, un breve rinfresco presso la sede dell’A.N.P.Pe., in via Aldo Moro, 4.

Chiaro l’obiettivo del nuovo gruppo cinofilo: svolgere volontariamente e gratuitamente attività di protezione civile, effettuando sul territorio la ricerca ed il soccorso di persone disperse o colpite da calamità o catastrofi naturali, in tutte le sue modalità (superficie, mantrailing, macerie), con l’impiego delle proprie unità cinofile, cioè i cani da ricerca.

Composta da una trentina di volontari, in servizio ed in congedo, l’A.N.P.Pe. di Albano Sant’Alessandro ha sede in via Aldo Moro 4. La responsabile del gruppo cinofilo è la Dott.ssa Giorgiana Figus, addestratore cinofilo iscritto all’albo ENCI Utilità, Compagnia, Agility e Sport, nonché titolare del centro cinofilo “Mi fido della Giò”, scuola riconosciuta ENCI, che si allarga su 1.400 metri quadrati, in via Matteotti, a Gorlago, dove si effettua addestramento cani, socializzazione e comunicazione del cane, mobility dog e agility dog.

I cani da soccorso sono 5, di proprietà di soggetti privati, e vengono addestrati dai propri conduttori in modo autonomo, presso campi di esercitazione, in territori sempre diversi, sia in superficie che in macerie, per essere preparati ad affrontare tutte le difficoltà che un intervento operativo potrebbe richiedere. I volontari, poi, partecipano alle prove di evacuazione delle scuole, organizzate dalle sedi comunali di Protezione Civile.

 

Ti.Pi.