Il paese di Gazzaniga è stato caratterizzato, negli ultimi quindici anni, da importanti, nonché determinanti, interventi di tipo urbanistico, che hanno contribuito a rendere l’abitato del centro del paese più piacevole e maggiormente vivibile. Tra i provvedimenti adottati dalle Amministrazioni Comunali che si sono susseguite negli anni vanno citati: il collegamento pedonale di congiungimento tra via Marconi e via Battisti; il nuovo marciapiede realizzato su via Battisti, tra via Marconi e via Gelmi; quelli di via Gelmi, nel tratto tra via Battisti e via Terruzzi; il tratto di marciapiede lungo via Battisti, tra via Veneto e via Verdi mediante l’acquisizione di una porzione di area dell’Istituto delle Suore di Carità; la rotatoria nei pressi della stazione, con il relativo sottopasso; l’adeguamento delle barriere architettoniche del Palazzo Municipale; la riqualificazione di via Marconi; e la realizzazione della nuova Piazza S.Ippolito Martire.
Recentemente, poi, l’Amministrazione Comunale di Gazzaniga ha messo in piano un ulteriore intervento urbanistico, affidando al geom. Camillo Bertocchi, responsabile dell’Ufficio Tecnico Comunale, l’incarico per la progettazione e la definitiva ed esecutiva attuazione della sistemazione urbanistica di via Mazzini, la via che conduce alla Biblioteca, un’area strategica nel contesto del centro del paese, in particolare per la ricreazione di bambini e giovani, grazie alla presenza del parco pubblico; un’area, però, resa disagiata e pericolosa a causa della presenza di un elevato traffico veicolare.
Il progetto in questione prevede l’inibizione del traffico in via Mazzini e lo spostamento delle aree di sosta su via Gelmi, dove verrà realizzato un parcheggio pubblico, mentre via Mazzini verrà riadattata a zona pedonale e di svago, mediante anche l’insediamento di nuove attrezzature ludiche presso il parco-giochi. Un intervento che vedrà anche altri adeguamenti collaterali, come la messa in sicurezza dell’attraversamento pedonale su via Battisti da via Gelmi a via Terruzzi e il miglioramento della visibilità dei veicoli in uscita da via Gelmi su via Battisti.
Oltre a questo intervento, nei prossimi mesi Gazzaniga sarà altresì oggetto di un’altra opera pubblica, dal forte impatto urbanistico. Infatti, l’Amministrazione Comunale ha affidato sempre al geom. Camillo Bertocchi l’incarico per la redazione di un progetto di riqualificazione di Piazza XXV Aprile.
Nello specifico, nei primi anni del Duemila la Piazza fu interessata da un’opera di ristrutturazione, comprendente la realizzazione di una pavimentazione in pietra naturale e l’eliminazione dei parcheggi presenti. Tuttavia, la pavimentazione in pietra manifestò fin da subito problemi di integrità e, con un intervento successivo, venne asfaltata la superficie carrabile, mantenendo la pietra naturale solo sulle aree pedonali. Recentemente, con l’inaugurazione della nuova Piazza S.Ippolito nel 2015, Piazza XXV Aprile ha perso il ruolo di centralità urbana, tipico di un ampio ambiente centrale al paese, e, se prima si configurava come il principale luogo di relazione, ora, con l’apertura di una nuova area, si è tramutata in mero spazio di passaggio, peraltro discontinuo per spazialità e linguaggio architettonico, rispetto alla nuova Piazza S.Ippolito.
Di conseguenza, l’Amministrazione Comunale intende intervenire, al fine di garantire la giusta armonia urbanistica tra la vecchia e la nuova piazza, mediante alcune migliorie: in primo luogo, la realizzazione di 3/4 spazi di sosta a disco orario breve, al servizio delle attività commerciali presenti in Piazza XXV Aprile; quindi, l’adeguamento dell’arredo urbano con Piazza S. Ippolito ed infine l’eliminazione di paletti e catene, per stanziare semplici dissuasori di sosta mobili.
Insomma, un palinsesto di opere mirate alla riqualificazione dell’area centrale di Gazzaniga, ma soprattutto studiate per garantire ai cittadini, ma anche e soprattutto a chi giunge da altri paesi, una gradevole fruizione degli spazi urbani.

Silvia Pezzera