Pubblicato un libro sulla “Madonnina”

Per il paese di Cene c’è una festa che rappresenta uno dei momenti di fede e di devozione più importanti dell’anno e che chiama a raccolta tutti i cittadini. E’ la “Festa della Madonnina”, ovvero della “Madonna delle Grazie”, effigiata in un quadro conservato nel santuario a lei intitolato. E’ la commemorazione più partecipata dalla comunità di Cene, celebrata ogni anno la seconda domenica di settembre (quest’anno il 13 settembre). Questa solennità vanta origini secolari: la chiesetta venne benedetta il 6 settembre 1719 nella contrada di “Cene Sotto”, ma la storia ritiene che esistesse già tempo prima una cappella, posta all’incrocio tra la via per Vall’Alta e la strada per Bergamo. Nella chiesina è conservato il quadro raffigurante la Madonna che, seduta, sorregge con la mano destra Gesù Bambino inginocchiato su uno sgabello, nell’atto di prendere la Croce che gli viene posta da Giovanni Battista, anche lui bambino.

 

La commemorazione annuale è composta di alcune fasi. Otto giorni prima della festa, di sabato, il quadro viene trasposto dal santuario alla chiesa parrocchiale, dove rimane esposto alla devozione dei fedeli. Il sabato precedente alla festa, si tiene la tradizionale benedizione delle auto: infatti, la Madonna delle Grazie è protettrice degli autisti, degli avieri e degli operai. La domenica della festa, poi, si svolge per le vie del paese una processione solenne, che si conclude ancora nella chiesa parrocchiale. Nei giorni successivi, il quadro viene spostato con delle “mini-processioni” nelle case di privati (che ne fanno richiesta), nelle piazze, nella casa di riposo, nella chiesa della Valle Rossa. Al termine delle “mini-processioni”, il quadro viene riportato, di domenica, dopo la Messa vespertina, nella sua sede, al santuario.

Quindi, una grande festa di comunità, che quest’anno è stata arricchita da un bel regalo, offerto dal Circolo Culturale “Insieme per Cene”, che ha realizzato un libro sulla festa della Madonnina di Cene, dal titolo “La Madunina” (sottotitolo: “Una comunità in festa”).

Nello specifico, si tratta di un “Quaderno” di 36 pagine, primo di una serie chiamata “I Quaderni del Circolo”, che vuole sondare, ricercare, valorizzare aspetti della storia, dell’arte, della cultura e dell’ambiente di Cene.

Il Quaderno “La Madunina” riguarda una ricerca storico, artistica e culturale sul Santuario della Madonna delle Grazie (“La Madunina”) di Cene: ambientazione di Cene nel 1700, descrizione dell’edificio e del quadro, la devozione, il culto e la festa, il santuario nelle visite pastorali, la Confraternita del SS Sacramento e alcune curiosità.   In tutto 36 pagine, con testi curati da Rosa e Maria Peracchi e Daniela Lanfranchi; le fotografie sono di Mauro Marchi e della stessa Maria Peracchi; mentre la revisione grafica è del presidente del circolo Lorenzo Correnti. La fotografia in copertina è di Violetta Balini.

Come si legge nell’introduzione del libro: “Il lavoro realizzato dal circolo vuole essere un omaggio alla Santa Figura, la cui festa rappresenta l’evento più sentito dai cittadini di Cene e che offre una splendida opportunità di aggregazione per i nuovi concittadini che si sono insediati nella Comunità”.

 

Luisa Pezzotta