Festa grande per il Corpo Musicale Comunale di San Paolo d’Argon. Quest’anno, infatti, ricorre il 35° anniversario di fondazione del sodalizio musicale. E, per il felice traguardo, organizza una rassegna musicale formata da eventi di alto livello musicale.
Dopo il concerto del quintetto di ottoni “Italiana Wonderbrass”, che settimana scorsa ha dato il via ai festeggiamenti, la rassegna propone sei appuntamenti, in cui saranno protagonisti ensemble di fiati, bande ed orchestre di vario genere.
Il primo, il più qualificante, è in locandina il 10 giugno, perché sul palco salirà proprio il Corpo Musicale Comunale di San Paolo d’Argon, che proporrà il tradizionale concerto estivo, che avrà come filo conduttore “La Danza”. Molti, infatti, sono i compositori nella storia della musica che si sono cimentati con la danza, dalle danze di corte del barocco viennese ai balletti di Stravinsky e Djagliev, dai ballabili delle opere verdiane alla musica coloristica di Ravel…
Il programma presenta una serie di danze per banda, di importanti autori, composte nella seconda metà del secolo scorso, che coinvolgeranno il pubblico in un turbinio di suoni nel quale ognuno potrà immaginare la propria personale coreografia; danze da tutto il mondo, dal mondo del musical a quello del cinema, dagli Stati Uniti all’Armenia, dall’Irlanda alla Scozia,…
Nella rassegna, poi, non poteva mancare (dal 22 giugno al 2 luglio) la consueta ed attesissima “Birra ‘n Banda”, che quest’anno giunge alla sua 16^ edizione; per poi essere tutti il 9 settembre con l’Orchestra Fiati di Valle Camonica, diretta dal M° Denis Salvini. Con questo evento, la rassegna ci porta all’apice della produzione bandistica contemporanea, opera di compositori specializzati, in cui tutte le sfaccettature coloristiche, tecniche e timbriche della moderna orchestra di fiati vengono sviscerate nel profondo.
Il risultato della rassegna è un programma artisticamente molto vario e di alto livello, in cui si potranno assaporare brani orchestrali e brani solistici, dove i protagonisti sono alcuni strumenti inusuali: l’Ottavino, il Saxofono e l’Euphonium. L’orchestra al completo accompagnerà in questa serata tre specialisti del loro strumento.
Sabato 21 ottobre, invece, il cartellone propone il “Quadrophobia Wind Quartet” (Daniel Roscia al clarinetto, Carlo Barbieri ai sassofoni, Mattia Rullo al fagotto, Stefano Giacomelli al clarinetto basso), un gruppo che si pone come una novità assoluta nell’intero panorama musicale italiano. E’ infatti assolutamente inusuale, nella tradizione cameristica, che i timbri del clarinetto, del saxofono, del fagotto e del clarinetto basso si uniscano alla ricerca di nuove sonorità e senza esclusione di generi, dalla musica classica alle sperimentazioni dedicate specificatamente per il gruppo, passando per il jazz, il blues e la musica popolare.
Altro evento di assoluto livello è per sabato 25 novembre dove sarà ospite l’Orchestra di Flauti Zephyrus, fondata nel 2011 da Marco Zoni. I componenti sono professori d’orchestra provenienti da alcune tra le più importanti realtà musicali del territorio nazionale (Teatro alla Scala di Milano, Teatro “Carlo Felice” di Genova, Teatro Comunale di Bologna, Orchestra Sinfonica “G.Verdi” di Milano, Orchestra “I Pomeriggi Musicali” di Milano) e rinomati insegnanti di Conservatori e Istituti Musicali italiani.
Infine, la rassegna si chiude con il classico “Concerto di Gala”, che vede ancora impegnato il Corpo Musicale Comunale di San Paolo d’Argon; appuntamento sabato 23 dicembre.

GI.VI.