Restyling strutturale della scuola media

Un bel regalo attende gli studenti che frequentano la scuola media  di Vertova. Con il suono della prima campanella, in programma il prossimo 14 settembre, la struttura scolastica di via San Carlo, sede dell’istituto comprensivo, si presenterà con una nuova veste, frutto di un importante restyling dell’edificio, iniziato lo scorso mese di giugno, dopo la fine dell’anno scolastico, e completato nei giorni scorsi.

 

 

Il bel regalo offerto dall’amministrazione comunale non è però solo per gli studenti, ma anche per i docenti, il personale tecnico, amministrativo e ausiliario, i genitori, cioè tutti coloro che a vario titolo entrano nell’Istituto Comprensivo di via S.Carlo.

Nel progetto iniziale – spiega il sindaco Luigi Gualdi – i lavori prevedevano la sostituzione del tetto che conteneva lastre di cemento-amianto, la rimozione delle lattonerie (canali, converse, copertine, pluviali) ormai ammalorate, la realizzazione di cupoli di ispezione e linee vita attualmente non presenti. Il tutto per una spesa preventivata di 245.000 euro. Durante la gara d’appalto, però, abbiamo ottenuto un ribasso d’asta del 18,37 %, pari a circa 31.000 euro, che potevano essere utilizzati per lavori complementari. Ebbene, vista la presenza dei ponteggi sul cantiere abbiamo ritenuto che la scelta più logica fosse quella della sistemazione delle facciate. E così è stato. Sulle pareti intonacate è stata effettuata la posa di una rete in fibra di vetro che è servita da base per la tinteggiatura con rivestimento termo-ceramico, che oltre all’aspetto estetico garantisce un’idonea coibentazione con conseguente risparmio energetico. Per le pareti in cemento a vista, pietra e mattoncini è stato fatto invece un intervento di pulizia mediante lavaggio chimico e poi protezione con materiale idrorepellente”.

La scuola, quindi, è ora più bella, ma soprattutto più sicura, frutto di un intervento completo e qualificante.

Voglio ricordare – continua il primo cittadino – che per ora questi interventi sono stati totalmente a carico del Comune di Vertova, nonostante che dei 290 alunni frequentanti l’istituto solo 131 siano di Vertova (41 sono di Colzate, 90 di Fiorano al Serio e 28 provenienti da altri Comuni). Ogni richiesta di compartecipazione alla spesa fatta ai Comuni di Fiorano al Serio e Colzate, da cui proviene l’altra metà degli alunni, è sempre stata respinta con varie argomentazioni. Ultimamente, però, c’è stato uno spiraglio di disponibilità a ragionare su questo tema. Speriamo che sia possibile un accordo che, oltre alla convenzione che attualmente regola -dividendo proporzionalmente – le spese ordinarie (luce, metano, acqua, telefono, piccole manutenzioni), regolamenti anche gli interventi straordinari. Questo nell’interesse dei ragazzi. Se ci sarà una disponibilità a una suddivisione equa delle spese, sarebbe possibile prendere in considerazione anche altri interventi che potrebbero dare nuove opportunità alla scuola, a nuove iniziative didattiche, anche alla luce della riforma scolastica in corso di attuazione”.

T.P.