E’ sempre più stretto il binomio fra Albino e gli anziani: merito del percorso formativo proposto dal gruppo operativo di “Terza Università” dello SPI-CGIL, che vede come referenti locali Luciana Birolini, Carla Testa e Mariarosa Gelmi. Una serie di incontri, conferenze, visite guidate, mostre, rivolte ad anziani e pensionati, che offrono diverse opportunità di crescita formativa e di approfondimento… “per pensionati molto speciali” (un titolo coniato alcune edizioni fa, ma che va sempre bene).
Ebbene, i corsi di “Terza Università ad Albino” sono rivolti a quanti hanno un po’ di tempo libero, hanno piacere a leggere, discutere, conoscere e scoprire qualcosa di nuovo e di utile. Una bella proposta, a misura d’anziano, un’iniziativa progettata su misura per tutti gli “over 65”, che non richiede particolari titoli di studio, ma solo curiosità e voglia di allenare ancora la memoria. Un’occasione per sviluppare i propri interessi.
Per questo avvio di 2018 il calendario propone innanzitutto un corso di musica, dal titolo “La canzone d’autore: specchio della società che cambia”. In cattedra Claudio Morlotti, che dal 5 aprile al 3 maggio terrà cinque incontri sul tema della musica cantautoriale. Del resto, come gli artisti sono testimoni dei cambiamenti dei nostri tempi, così gli stessi cantautori sono cronisti fantasiosi, ma in fondo fedeli, della vita di tutti i giorni. Nella canzone d’autore la vita viene narrata nella sua interezza, a volte con garbo e dolcezza e altre con ironia e satira.
Durante le lezioni, verranno proposti dal vivo i brani più belli e conosciuti dei cantautori, dagli anni Sessanta agli anni Ottanta.
La sede del corso è la Sala Civica, in Piazza Libertà 1, dalle 15 alle 17.15.