Riqualificazione del manufatto ligneo presso l’ex-stazione ferroviaria

Verrà completamente sistemato e recuperato per accogliere l’INFOPOINT del Comune di Vertova il manufatto in legno e mattoni rossi, che fa bella mostra presso l’ex-stazione ferroviaria di Valle Seriana, costruito alla fine dell’800, a seguito della realizzazione del tronco ferroviario Albino-Vertova.

 

L’intervento, atteso da tempo e ora salutato con soddisfazione da tutta la comunità, era uno degli ultimi tasselli rimasti nell’ampio progetto di riqualificazione dell’area posta ad ingresso del paese. Del resto, questa porzione di territorio è da sempre il “biglietto da visita” di Vertova e pertanto, con tenacia e determinazione, l’amministrazione comunale si è particolarmente concentrata su questo intervento.

Certamente, la nuova rotatoria sulla strada provinciale di Valle Seriana, ultimata ed inaugurata con la Provincia di Bergamo nel settembre 2009, è stato l’intervento determinante, che ha modificato radicalmente il punto principale di entrata ed uscita dal paese. Successivamente, è stato realizzato un nuovo impianto di segnaletica sulla via Albini, concluso il Piano integrato “Vecchi Forni” (sono attualmente in fase di ultimazione); quindi, riqualificata l’area a parcheggio della stazione con nuovo accesso dalla via Albini; riqualificata con lastre di porfido e marciapiedi ampliati e a raso la via Roma; e approvato il Piano Integrato di Intervento della ex-Domade.

Dell’intera area rimaneva pertanto da riqualificare il manufatto ligneo, collocato tra il nuovo parcheggio e l’area ex-Domade che a breve sarà oggetto di intervento secondo il piano approvato.

L’immobile era da anni transennato, in quanto pericolante; di Proprietà dell’Agenzia del Demanio e dato in concessione gratuita al Comune di Vertova, l’immobile era altresì interessato da vincolo della Sovrintendenza ai Beni Architettonici, come bene storico.

“E’ stato un iter complesso e talvolta burrascoso, durato circa 2 anni – spiega il sindaco Riccardo Cagnoni – Un’operazione che ha interessato il GAL (Gruppo Azione Locale) Valle Brembana, la Comunità Montana Valle Seriana, la Provincia di Bergamo, la Regione Lombardia, l’Agenzia del Demanio e la Sovrintendenza. Ebbene, il Comune di Vertova ha ottenuto dal GAL un contributo a fondo perduto di 135.000 euro sull’intervento di “riqualificazione per l’incentivazione di attività turistiche” su un ammontare complessivo di spesa (IVA e spese tecniche comprese) di 250.000 euro. A seguito del Decreto Legge n° 69 dell’agosto 2013, su espressa richiesta dell’Amministrazione Comunale, il manufatto è stato trasferito a titolo gratuito dal Demanio alla proprietà comunale. Ora, l’immobile sarà ristrutturato, mantenendo gli stessi materiali, posto il vincolo della Sovraintendenza e dovrà essere destinato, per almeno cinque anni, a infopoint; inoltre, sarà collegato, attraverso un percorso che attraverserà la proprietà della “Ex-Domade” lungo il canale, alla pista ciclopedonale”.

I lavori, iniziati il 10 febbraio scorso, sono stati aggiudicati dall’impresa Zucchelli Costruzioni srl di Rovetta, che ha applicato uno sconto sulla base d’asta del 13,70%. Stante i tempi tecnici, i lavori saranno ultimati entro la fine del mese di maggio.

Soddisfazione del sindaco Riccardo Cagnoni: “Abbiamo risolto nel migliore dei modi uno dei nodi più complessi che riguardavano la riqualificazione dell’area limitrofa alla stazione ferroviaria, acquisendo gratuitamente l’immobile del Demanio, ottenendo un finanziamento a fondo perduto di 135.000 euro dalla Regione Lombardia e recuperando lo stesso immobile pericolante (vincolato dalla Sovrintendenza), rendendo decorosa l’intera area.”

 

T.P.