E’ sulla linea di partenza la ristrutturazione del Municipio di Trescore, altrimenti detto Palazzo Comi, in onore di Vincenzo Comi, patriota garibaldino, primo sindaco di Trescore nel 1907, che lo costruì nel 1909. Un edificio vetusto, che mostra in tante parti i segni del tempo, che ora, dopo una lunga attesa (un progetto esecutivo di recupero è fermo dal 2011), ma soprattutto dopo lo sblocco del patto di stabilità dello scorso dicembre 2015 (e la possibilità di utilizzo dell’avanzo di amministrazione), sarà oggetto di un profondo restyling strutturale. Un intervento di circa 1,6 milioni di euro, tutto a carico delle casse comunali, che prevede diverse opere: sistemazione del sottotetto, nuovi serramenti, rifacimento dell’impiantistica, riqualificazione interna degli uffici, nuovo isolamento termico per potenziare l’efficienza energetica, adeguamento alla normativa antisismica.

Logico, quindi, alla luce dell’imminente avvio dei lavori di ristrutturazione della sede municipale di viale Locatelli, provvedere al trasferimento deli organi di governo, degli uffici e dei servizi comunali presenti all’interno, che vengono ora sistemati provvisoriamente in sedi diverse.

Piazza Salvo d’Acquisto, 80 (ex-Uniacque): Sindaco, Giunta e Consiglio Comunale, Segretario Comunale, Servizio affari generali, Protocollo generale, Messo comunale, Servizio finanziario e tributi, Servizio anagrafe, stato civile, elettorale, statistica, Trescore Infrastrutture srl (distribuzione gas naturale).

Via Leopardi, 4: Servizio lavori pubblici, Manutenzioni, Urbanistica, Edilizia privata, Commercio e cimitero, Servizi alla persona (sociale, case popolari, istruzione, sport e cultura).

Restano invariati i recapiti telefonici e mail di ogni ufficio, reperibili sul sito comunale.

Rimangono altresì invariate le sedi del servizio di Polizia Locale di via Aldo Moro, 35 e della Biblioteca Civica di via Roma, 140, non interessate dai lavori di ristrutturazione.

 

Ti.Pi.