Che onore. Ma soprattutto, che soddisfazione. Il premio alla serietà, all’impegno, alla dedizione verso un progetto impegnativo, ma alla fine, visti i risultati, gratificante, che annulla tutte le fatiche. Essere invitati a Roma, ad un evento nazionale, in rappresentanza delle scuole italiane impegnate nel progetto Erasmus +, e per giunta partecipare in compagnia di Papa Francesco, nell’ambito delle celebrazioni organizzate per la 46^ Giornata Mondiale della Terra,…beh, non capita tutti i giorni. E’ motivo di orgoglio, una “medaglia” che premia la qualità formativa offerta dall’Isis “Oscar Romero”, capace di mettere in campo eccellenze didattiche, che diventano modelli da premiare a livello nazionale.

E così è stato lo scorso 22 aprile, quando una rappresentanza di studenti dell’Isis “Oscar Romero” (delle classi 3C, 3D, 3S, 3L), accompagnate dal dirigente scolastico dott.ssa Maria Peracchi, e dalle professoresse Delia Ferraris e Nadia Pellicioli, ha partecipato, presso il “Villaggio per la Terra”, allestito a Villa Borghese dal 22 al 25 aprile, agli eventi organizzati dall’INDIRE (Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa) per la “Giornata Mondiale della Terra, dove sono stati presentati i progetti “green” di eccellenza, realizzati da 7 scuole italiane, nell’ambito del progetto Erasmus+. Ebbene, fra questi, è stato presentato il progetto realizzato dalle classi 3C e 3D dell’Isis “Oscar Romero”, intitolato “Exploring Sustainability in the Food Sector”, attuato in partenariato con una scuola finlandese, una tedesca e una turca. Ma non solo, è stato presentato anche il progetto sulla biodiversità, realizzato dalle classi 3S e 3L, finanziato dalla Fondazione CARIPLO, che ha portato alla realizzazione di una APP tematica, dedicata alle piante presenti sulla pista ciclabile tra Pradalunga e Albino.

All’evento è stato coinvolto anche il Pontefice, che, com’è noto, è estremamente attento alle tematiche ambientali ed è autore dell’enciclica “Laudato si’“, il primo documento ufficiale della Chiesa Cattolica sul tema della salvaguardia del pianeta e della protezione della “casa comune”. E proprio al Santo Padre il direttore dell’Indire Flaminio Galli ha consegnato domenica 24 aprile a Papa Francesco il volume “La Generazione Erasmus per l’ambiente”, una pubblicazione curata da Indire e Earth Day Italia, che raccoglie le migliori esperienze di educazione ambientale realizzate dalle università e dalle scuole prima con Comenius e i gemellaggi elettronici di eTwinning e, negli ultimi due anni, con il Programma Erasmus+.

Una bella esperienza – ha commentato il dirigente scolastico dell’Isis “Oscar Romero” Maria PeracchiPer noi è un onore essere stati invitati da INDIRE per la Giornata Mondiale della Terra, insieme ad altre sei scuole, a presentare i migliori progetti sul tema della sostenibilità e della tutela del pianeta, selezionati dall’Indire e finanziati dal programma Erasmus+; segno che il nostro progetto Erasmus+ è piaciuto e ha fatto centro. Sempre grazie a INDIRE, abbiamo anche avuto la fortuna di essere presenti domenica mattina in Piazza San Pietro, alla celebrazione della S. Messa dedicata al Giubileo dei Ragazzi, sul palco proprio accanto a Papa Francesco, una forte emozione, che ha toccato i nostri docenti accompagnatori e i 31 nostri studenti presenti. Un’esperienza che ricorderanno per tutta la vita”.

L’Earth Day (Giornata della Terra) è la più grande manifestazione ambientale del pianeta, l’unico momento in cui tutti i cittadini del mondo si uniscono per celebrare la Terra e promuoverne la salvaguardia. La Giornata della Terra, momento fortemente voluto dal senatore statunitense Gaylord Nelson e promosso ancor prima dal presidente John Fitzgerald Kennedy, coinvolge ogni anno fino a un miliardo di persone in ben 192 paesi del mondo.

Le Nazioni Unite celebrano l’Earth Day ogni anno, un mese e due giorni dopo l’equinozio di primavera, il 22 aprile.

Ebbene, all’Earth Day Italia, svoltasi a Roma, a Villa Borghese era presente Papa Francesco, che è stato circondato dall’abbraccio degli studenti.

 

T.P.