E siamo a 29. Questo il numero delle edizioni della famosa “Sagra dei Biligòcc” fin qui proposte dai volontari della Parrocchia del Sacro Cuore di Casale di Albino. Quasi trent’anni di impegno, passione, ricerca della qualità castanicola, cura delle iniziative, disponibilità all’incontro e alla festa condivisa. Tante persone che si sono messe in gioco in questi anni, tanti eventi, iniziative, attività, per richiamare i visitatori da tutta la Bergamasca, e oltre. E poi tanta promozione, tanto che lo scorso anno Casale e le sue castagne hanno ricevuto le attenzioni della RAI, che ha inserito la “patria dei biligòcc” in un suo programma televisivo. Che gioia, che soddisfazione,…il giusto premio a chi in questi anni ha creduto in questo prodotto, “frutto” della terra della Valle del Lujo.
Ebbene, quest’anno siamo alla 29^ edizione della “Sagra dei biligòcc>, che è in calendario da sempre alla prima domenica di febbraio. L’appuntamento è per domenica 4 febbraio, e anche questa volta i volontari hanno fatto le cose in grande, allestendo un’edizione con i fiocchi, con alcune novità di sicuro interesse e richiamo.
Come sempre il piatto forte, quanto prelibato, sarà la vendita dei famosi “biligòcc”, che rappresentano la più ghiotta e originale “mutazione” della castagna, che negli scorse settimane è stata resa secca e affumicata, sopra i “secadùr” (affumicatoi), e che ora, in prossimità della festa, viene resa morbida con la fase della bollitura. Da preferire nell’acquisto sono naturalmente i “biligòcc” prodotti dai volontari della Parrocchia e del Gruppo Culturale “Amici di Casale”, che saranno presenti sul sagrato della chiesa parrocchiale del Sacro Cuore con appositi banchetti di vendita, chiaramente visibili al pubblico. Speciali sacchetti “marchiati”, per non confondere i veri biligòcc con altri prodotti simili, ma di dubbia provenienza, che più che “biligòcc” sembrano castagne secche.
Il programma prevede, dopo la Messa mattutina, l’apertura della festa. Quindi, alle 10.30, la visita al Museo Etnografico della Valle del Lujo, aperto per tutta la domenica, in via del tutto straordinaria. Per tutti, la possibilità di visitare una ricca esposizione di oggetti contadini, attrezzi di lavoro, mobili, arredi e materiali d’epoca. Davanti al sagrato della chiesa, poi, verrà realizzata una mostra all’aperto sulla castagna, con la presentazione di tanti modi di utilizzo delle castagne: non solo la “caldèra” per la bollitura dei “biligòcc”, ma anche la stufa per le castagne “bollite” e i bracieri per le caldarroste. A corredo, una “vetrina” degli attrezzi e degli arnesi necessari per la raccolta e il trasporto delle castagne.
A rallegrare il pomeriggio, intrattenimento musicale e animazione per bambini, fino al tramonto. Ma soprattutto, tanti biligòcc da gustare

Sara Nicoli