Si fa sempre più attiva e dinamica la presenza sul territorio della Val Seriana e, più in generale, della Bergamasca, del Circolo Culturale “Insieme per Cene”, un’associazione culturale-ricreativa, emanazione del gruppo consigliare “Insieme per Cene”, che da cinque anni promuove in paese e sul territorio seriano attività culturali, sociali, ricreative e sportive. Nell’ambito delle sue diverse iniziative, i soci del circolo, guidati da Lorenzo Correnti, presentano alla comunità il terzo “Quaderno” pubblicato dal Circolo: “San Zenone. Cultura, arte, storia di una comunità”, una pubblicazione di 164 pagine, scritto da Rosa Peracchi, in collaborazione con Palma Rita Rizzo e Angelo Mistri, con la prefazione del prof. Angelo Bertasa.
Si tratta del terzo “Quaderno” mandato alle stampe dal Circolo “Insieme per Cene”: negli scorsi anni, infatti, sono stati pubblicati “La Festa della Madonnina” e “I Partigiani di Cene”.
La presentazione del libro si svolgerà sabato 13 aprile, alle 20.30, presso la chiesa parrocchiale di Cene.
Nel libro si ricostruiscono sia la storia della fabbrica della chiesa sia la storia della comunità parrocchiale, attraverso l’analisi di documenti reperiti negli archivi: Archivio storico diocesano, Archivio di Stato, Archivio della parrocchia e del Comune di Cene, Archivio della Biblioteca “Angelo Maj”.
Fino alla fine del ‘600, la ricerca fa riferimento soprattutto alle visite pastorali; dal ‘700 in poi, invece, si arricchisce di documenti di diversa natura: lettere del parroco; lettere della Fabbriceria; lettere dei parrocchiani al Vescovo e relative risposte; decreti; verbali; memorie. Per il periodo successivo al 1950, poi, si è fatto riferimento ai bollettini della parrocchia e a fonti orali.
“Il contenuto riguarda molteplici aspetti – spiega Lorenzo Correnti, presidente del Circolo Culturale “Insieme per Cene” – Per esempio, la chiesa antica, la costruzione della chiesa nuova e il suo ampliamento; la storia delle sacrestie e del campanile, i cimiteri e la canonica, gli oratori e le chiese sussidiarie. Poi, sono dedicati capitoli alla storia delle campane e dell’organo. Vengono ricostruite le vicende delle Confraternite dei Disciplini, del Rosario e del SS. Sacramento. Si tratta della Misericordia e del suo governo, della Fabbriceria e delle difficoltà finanziarie; di Legati e Cappellanie; testamenti e proprietà della chiesa”.
Da segnalare che la ricerca consente di ricavare informazioni numerose anche sulla situazione sociale ed economica del paese, sulla religiosità e il rapporto della comunità con l’istituzione ecclesiastica, sulle famiglie più antiche e il loro ruolo.
Chiaro l’obiettivo dell’autrice Rosa Peracchi: proporre un testo di facile lettura, non riservato a pochi addetti ai lavori, ma accessibile a tutti, interessante e “scientifico”, ma anche piacevole.

Ti.Pi.