Semonte: Leon D’Oro nuova gestione, nuova vita!

La passione per la cucina e la crisi economica hannno permesso a due giovani di affrontare una sfida di…vita

Il 10 settembre di quest’anno ha riaperto lo storico ristorante Leon D’Oro a Semonte. Due baldi giovani hanno deciso di mettersi in gioco nonostante la crisi e tutte le voci contrarie di parenti e amici. Eh già..proprio la crisi. E’ stata lei la vera artefice della riapertura! Strano vero? Non proprio. Ora vi spiego il perché. Come per tante altre, questo brutto periodo economico ha segnato profondamente una rispettabile famiglia che voleva ancora poter dire la sua nel mondo del lavoro; parlando per cercare di trovare una via d’uscita, tra le varie abilità che si potevano mettere in gioco ne è saltata una che, più di tutte, poteva essere la chiave di volta. Si tratta della cucina che, inoltre, non è altro che la loro “passione”. Da questa abilità di cuoco/pizzaiolo nasce la voglia di rimettersi in gioco e di dare un’opportunità a chi il mondo del lavoro aveva detto:  “Grazie ma siamo apposto…” oppure “Le faremo sapere…” o anche “Ora non è il momento, grazie lo stesso…” Frasi già sentite??? Hanno trovato un locale che appartenesse al  loro cuore  e a tanti come loro. Individuata la location, hanno cercato le altre figure necessarie al successo del loro progetto. Così hanno conosciuto gli altri lavoranti del loro locale, la maggior parte ragazzi giovani che, con umiltà e spirito di sacrificio, si stanno impegnando alla realizzazione della loro prospettiva di vita. La maggior parte di loro aveva visto cestinare più e più volte il proprio curriculum vitae, oppure erano impiegati sottopagati e scontenti.  Ora sono parte del progetto. Non sono semplici “operai” ma il ristorate è anche loro.

 

Il clima che si respira è quello di un ambiente famigliare e sereno, vogliono che anche la clientela possa trascorrere una piacevole serata senza formalismi e con un’ottima pietanza da gustare. Lo torico locale si trova in un elegante caseggiato degli inizi del 700. All’interno sono presenti ampie sale affrescate e un grande camino in pietra che, certamente, terrà compagnia. Attenzione anche i bambini, infatti, all’interno del ristorante si trova una sala con un angolo attrezzato per i più piccoli. I piatti proposti seguono la tradizione bergamasca, utilizzado prodotti locali e lavorati a pochissimo tempo dal raccolto, con deviazioni sulla riva del mare per proporre pesce freschissimo e sapientemente cucinato.

Ai giovani, certo, non sfugge l’opportunità delle nuove tecnologie; infatti, oltre al sito internet, il ristorante pizzeria Leon D’Oro è presente su facebook con una sua pagina. Nonostante i poco più di due mesi di attività, diverse sono le recensioni a favore del locale: “Eccellente locale per passare una serata nel gustare una buona pizza e birra e succulenti dolci ….il tutto servito da personale molto accogliente..provare per credere.. Da ripetere…” e ancora “Ambiente pulito e personale molto gentile. Una piacevole riscoperta di un ristorante storico che finalmente ha riaperto! La pizza è favolosa. Abbiamo assaggiato anche della selvaggina e siamo rimasti molto soddisfatti. Bravi!”.

Per il mezzogiorno invece, il locale permette anche a chi deve pranzare in fretta di mangiare bene, senza spendere una fortuna, e di rilassarsi in un posto tranquillo e piacevole da vedere perché, crediamo che anche l’occhio vuole la sua parte!