Migliora la dotazione di impianti ludico-ricreativi sul territorio comunale. Nell’ambito di un piano di ristrutturazione e riqualificazione dei giardini e dei parchi-gioco che si aprono sul territorio comunale, con un occhio di riguardo alla loro funzionali e sicurezza, l’amministrazione comunale sta provvedendo a migliorare le strutture e i servizi presenti all’interno del Parco Martinelli, in via Locatelli 20. Da settimane squadre di operai sono al lavoro fra i vialetti del parco, e recentemente hanno sistemato e reso più accessibile la pedana a forma di ellisse, che campeggia al centro dell’area verde. Ne è scaturita una vera e propria “arena”, che andrà a servire per spettacoli, concerti, eventi e momenti di animazione. Proprio lo scorso 9 luglio è stata individuata quale spazio privilegiato per l’esibizione del Corpo Musicale di Fiorano al Serio, che ha proposto “Chi fermerà la musica”, nell’ambito del progetto artistico “Musicalparco 2017”.
Ma c’è di più. Al fine di migliorare l’offerta ricreativa, a vantaggio dei tanti bambini che frequentano questo luogo, soprattutto proprio durante i mesi estivi, si è intervenuti con la pulizia e la potatura delle piante e la sistemazione dei vialetti interni di collegamento. Ma soprattutto, alla luce dei tanti episodi di vandalismo di cui è stato oggetto a cadenza quasi settimanale, è stato ripristinato il sistema elettrico di apertura e chiusura automatica ad orario del cancello d’ingresso. Un intervento quanto mai necessario, dopo i ripetuti atti di inciviltà ad opera di ragazzi del posto (episodi, peraltro, segnalati alla locale Stazione dei Carabinieri). In programma, poi, l’installazione di nuovi giochi per bambini.
“Il Parco Martinelli si sta rifacendo il trucco – afferma il sindaco Clara Poli – Si tratta, peraltro, di un importante polmone verde, necessario alla popolazione, in particolar ai bambini; siamo dovuti intervenire per bloccare gratuiti atti di vandalismo, che andavano a penalizzare la piena funzionalità del parco, in particolare la sua sicurezza. Un intervento che ha impegnato le casse comunali per circa 20.000 euro”.

Sara Nicoli