Si allarga la Polisportiva Albinese

Nasce la Polisportiva Val Seriana Albino di ciclismo. Anche la bicicletta nella grande “famiglia” delle discipline sportive proposte

Si fanno concreti i programmi sportivi 2016 per la Polisportiva Albinese, la società sportiva “made in Albino”, nata nel 2008 sulle ceneri della società ASD Nuova Albinese, per meglio coordinare le tante discipline sportive che operano al suo interno. Con il nuovo anno, lo staff dirigenziale del sodalizio albinese, che ha come motto “Mens sana in corpore sano”, ha reso noto l’affiliazione, meglio dire l’inserimento, di un nuovo gruppo sportivo, che va ad arricchire ulteriormente il suo panorama polisportivo, vasto e diversificato, tale da soddisfare un sempre crescente numero di affezionati sportivi. Si tratta della Acs Valseriana Albino, di patron Mario Duccini, che ora si inserisce nella grande “famiglia” della  Polisportiva Albinese, creando un gruppo ciclistico che si chiama “POLISPORTIVA VAL SERIANA ALBINO”. Si occuperà, ovviamente, di ciclismo giovanile, come ha sempre fatto in tutti questi anni, ma, sfruttando la forza organizzativa e logistica della Polisportiva Albinese, potrà fare un ulteriore salto di qualità, presentandosi alla platea ciclistica bergamasca con più linfa agonistica, consapevole di essere in grado di ottenere buoni risultati.

 

E’ stato quasi naturale incontrarci a metà strada – spiega il referente della Polisportiva Val Seriana Albino Mario Duccini, 59 anni, residente ad Albino, pensionato, conosciuto ai più per essere stato vigile urbano nel Consorzio di Polizia Locale Val Seriana – Noi, da anni, ben 12 anni, lavoriamo per valorizzare giovani ciclisti della categoria allievi, così come a Cene valorizzano gli juniores, gli Elite e gli Under 23 e a Gazzaniga gli esordienti e i giovanissimi. E sono già cinque anni che organizziamo il Giro della Valle Seriana, challenge in tre prove per la categoria Allievi. E non sono mai mancati i buoni risultati: pensiamo che lo scorso anno il nostro Fabio Chiodini ha vinto la Coppa D’Oro, in Valsugana, a Trento, mentre il russo-orobico Sergey Rostovtsev, già nostro corridore negli anni scorsi, nel 2015 ha vinto il campionato del mondo juniores di scratch e quest’anno, a gennaio, ha conquistato la medaglia di bronzo al campionato nazionale russo su pista. Forti di questi risultati, siamo stati avvicinati dagli amici della Polisprtiva Albinese, alla ricerca di una squadra di ciclismo già esperta e rodata che andasse a coprire un vuoto presente nel suo campionario di discipline sportive. Infatti, fra i tanti sport che sostengono, mancava il ciclismo. Detto, fatto. E così abbiamo stretto una collaborazione che, ne sono certo, durerà negli anni”.

Ad Albino si praticano tanti sport – spiega il presidente della Polisportiva Alberto CarraraIn particolare calcio (AlbinoGandino, Albinoleffe, Oratorio Albino, Falco,…), pallacanestro (Edelweiss in A2),  pallavolo (Seriana Volley), pesca,…ma il ciclismo non sfonda. Soltanto a livello amatoriale, con la GS Marinelli e il Club Noris. Era necessario investire in questa disciplina, per far emergere Albino anche nel settore delle “due ruote”, proprio Albino che in passato ha dato grandi corridori a questa disciplina. Logico, quindi, un connubio con la compagine di Mario Duccini, che voleva offrire scenari più importanti ai suoi giovani corridori. Quindi, una stretta di mano e via con la collaborazione, che certamente porterà buoni frutti”.

I primi impegni della Polisportiva Valle Seriana Albino, settore ciclismo, attualmente formata da 5 corridori fra i 15 e i 16 anni, saranno il 27 marzo, giorno di Pasqua, alla “Varese-Angera”, il 28 marzo ad Albano Sant’Alessandro, il 7 luglio ad Albino con l’11^ edizione del Giro Ciclistico della Val Seriana; poi, altre gare e, ciliegina sulla torta, la partecipazione al Gran Premio “L’Eco di Bergamo” il 2 ottobre.

La sede della squadra ciclistica è presso la Villa Regina Pacis, a Comenduno.

La Polisportiva Albinese” sostiene il ciclismo e allarga così la sua “famiglia” – continua il presidente Alberto Carrara – Il nostro obiettivo è quello di fornire il supporto tecnico-organizzativo a quegli sport che non stanno sotto i riflettori delle tv e dei giornali, come il calcetto, il ciclismo, il podismo, le bocce, il tiro con l’arco, l’escursionismo ecologico: “sport di nicchia”, che non hanno grande visibilità o sport per soli amatori”.

 

Ti.Pi.