Recentemente, il 28 gennaio, dopo la S.Messa nella chiesa di Bondo Petello e il rancio alpino nella Casa della Comunità, si è svolta l’assemblea ordinaria. In quella sede, si sono presentate le iniziative messe in calendario per il 2018 dal Gruppo Alpini di Albino. Da segnalare, la ricorrenza del 25 aprile, che vedrà come teatro delle operazioni il Parco Alessandri, dove verranno consegnate, da parte del Comune di Albino, le medaglie ai prigionieri e agli internati della Seconda Guerra Mondiale, con la partecipazione del coro “Stella Alpina”, espressione del Gruppo Alpini di Albino. A corredo, il Comune allestirà, nella chiesa di San Bartolomeo, una mostra con materiali, documenti e ricordi dei prigionieri internati. Poi, in occasione del Centenario della Grande Guerra, il Gruppo Alpini ha previsto una “due giorni” di eventi: il 22 giugno, presso il Parco Alessandri, una serata musicale con il “Coro Alpini Val Cavallina”; a seguire, filmati e brani letterari sulla Grande Guerra; il 24 giugno, poi, escursione a Bassano del Grappa, dal titolo “Sulle tracce della Grande Guerra”: in programma, la visita del mausoleo del Monte Grappa, con la presenza del sindaco di Albino Fabio Terzi, in qualità di guida e storico della Prima Guerra Mondiale (è anche apprezzato ricercatore e collezionista di cimeli della Prima Guerra Mondiale).
Fra le altre iniziative in calendario, la sagra alpina e, a settembre, con l’avvio dell’anno scolastico, la tradizionale “Festa dei Primini”, una simpatica iniziativa dedicata ai bambini albinesi che per la prima volta salgono i gradini della scuola elementare, entrando a far parte del mondo studentesco. A chiudere l’anno, inoltre, la festa del 4 Novembre: in quell’occasione, nel pomeriggio, presso l’auditorium, ci sarà la consegna delle medaglie ai parenti dei caduti (sono 210) della Prima Guerra Mondiale, avute dalla regione Friuli Venezia Giulia, e ritirate a suo tempo preso il Sacrario di Redipuglia.
Grande attenzione, infine, all’aula-museo, posta al primo piano della sede sociale, che è intitolata al concittadino Franco Briolini, capitano nel 5° reggimento alpini e medaglia d’oro al valor militare. I suoi cimeli, che documentano i momenti significativi della vita alpina, tra il 1915 e il 1948 (residuati bellici della Grande Guerra, documenti personali di alpini, fotografie, elmi, abiti, divise, gavette, bossoli, munizioni), sono oggetto di visite da parte delle scolaresche (per visite e prenotazioni, telefonare al 338.7157956 o al 339.8006044).
La sede è aperta tutti i giorni, dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18 (fino alle 22, durante l’estate). Per informazioni, 035/773889.

T.P.