Zucche vuote e altre cocurbitacee, rigorosamente arancioni, e anche fosforescenti, sono state le protagoniste della scenografia della 3^ edizione della “Festa di Halloween” di Albano Sant’Alessandro, andata in onda lunedì 31 ottobre, per la regia del Club delle Alci e dell’assessorato allo Sport e Tempo Libero. Per l’occasione, tutto il paese si è trasformato in un villaggio della Transylvania (il titolo della festa era “Transylvania Monster”), creando ambientazioni di colori ben azzeccati, dal giallo ocra a un forte arancione, che si stemperavano nel nero più cupo. Gli slogan, poi, sono stati accattivanti e ben studiati, con un invito nel “paese da brividi”, dove zucche, fantasmi e streghe hanno trasformato un giorno di vacanza (i bambini erano a casa da scuola per il “Ponte di Ognissanti”) in una giornata stravagante, fatta di magia, colori e musica.
Si è partiti alle 20.30, in via 4 Novembre, presso il Club delle Alci (già noto per l’allestimento di creative e memorabili edizioni del Carnevale, peraltro vincitore di varie edizioni), con il ritrovo di tutti i bambini in costume da mostro o fantasmino, attrezzati con lanterne e luci colorate. Da qui, alle 20.30, ha preso il via una sfilata in costume per le vie del paese. Al ritorno, verso le 21.30, distribuzione ai bambini di capelli da strega e maschere “paurose”, oltre al lancio di “lampade volanti”. Inoltre, distribuzione di castagne, thè caldo e cioccolata calda, pizzette, torte e caramelle.

Tiziano Piazza