Anche quest’anno, in occasione della ricorrenza della “Festa della Donna”, che cade l’8 marzo, l’Amministrazione comunale ripropone la consueta tavola rotonda “Le donne fanno…”., aperta alla popolazione, presso il cine-teatro dell’Oratorio di Trescore.
E così, dopo “Le donne fanno… Scuola, e si raccontano” e “Le donne fanno… Scienza, e si raccontano”, “Le donne fanno… Arte, e si raccontano”, stavolta è stato scelto il tema “Le donne fanno… Sport, e si raccontano “.
“Ancora non sappiamo quali atlete daranno la loro disponibilità all’evento – spiega il sindaco Donatella Colombi – L’obiettivo dell’incontro è conoscere con la loro testimonianza e la loro esperienza cosa significhi conciliare la condizione di donna con quella di atleta e di testimone di un tempo che richiede sempre il massimo delle prestazioni a tutti i livelli”.
“Devo affermare che in questi anni il format dello spettacolo, riproposto con le stesse modalità, è stato gradito ai presenti in sala – continua il primo cittadino – Il successo è da ricercare nela freschezza della proposta e nel potere comunicativo che le donne sanno mettere dentro le cose che fanno e che decidono di condividere. Per la conduzione della serata ci affideremo a Valentina Fumagalli della TV satellitare SEILATV, con la quale abbiamo avuto l’occasione di collaborare, in questi anni, per trasmissioni legate alla promozione del nostro territorio”.
Per l’evento del prossimo 8 marzo sono previste delle novità, che poteranno un significato diverso alla proposta. “Un percorso in cui parole e immagini serviranno a raccontare e a fare emergere il vissuto delle donne presenti, un universo che trascende dal racconto per entrare nelle pieghe dell’introspezione – prosegue il sindaco Colombi – Il tutto condito con il tema della diversità, unica vera ricchezza che rende possibile in ogni circostanza della nostra vita la discussione, il confronto, l’equilibrio tra punti di vista diversi. Ci aspettiamo, come sempre, una serata di impegno, ma anche di divertimento, che ci darà l’occasione per rivolgere l’attenzione a questo 8 marzo 2018, in cui si celebra (la prima volta in Italia è stato nel 1922) la ricorrenza delle della Giornata internazionale della Donna. In questo caso con un grande chiaro riferimento alle conquiste politiche e sociali delle donne (vedi il diritto di voto), nonché a violenze e discriminazioni, ahimè ben più frequenti in questo particolare periodo”.

T.P.