“Tecnicamente: dall’aula all’azienda”. Questo il titolo del progetto promosso da Adecco, la società specializzata in servizi di somministrazione di lavoro e apprendistato, in collaborazione con le aziende del territorio (tutte metalmeccaniche e automotive, sue clienti) e l’Isiss “Valle Seriana” di Gazzaniga, dedicata a chi si sta affacciando al mondo del lavoro. Come gli studenti delle classi quarte e quinte dell’indirizzo di Meccatonica che, nell’ambito del piamo di “Alternanza scuola lavoro”, hanno partecipato al progetto di Adecco, con una serie di elaborati e progetti, attraverso i quali si sono rese manifeste le loro competenze, sviluppate durante il corrente anno scolastico.
I risultati delle loro esperienze di progettazione hanno rappresentato il “cuore” di una manifestazione, svoltasi nello scorso mese di maggio, durante la quale gli studenti hanno illustrato a turno i loro lavori, davanti ad una commissione esaminatrice, composta dai rappresentanti di sei aziende del territorio (Radici Group, Polini Motori, Itema Group, Minifaber, Utp Vision, Burlodge).
Non prima di essere stati introdotti dal Dirigente Scolastico Prof. Alessio Masserini e dalle coordinatrici del progetto di Adecco, le Dott.sse Maria Alessia Bergamini e Silvia Piccardi.
Ebbene, a vincere “Tecnicamente 2017” è stato il progetto “Super blades” (super lame), ideato da Paolo Morotti e Fabio Zamboni, due studenti della classe quinta, che hanno creato un attrezzo da lavoro utilizzabile dai vigili del fuoco in caso di incidenti stradali, nella necessità di divaricare e tagliare le lamiere dei veicoli incidentati, per agevolare il soccorso delle persone intrappolate.
A seguire, sono stati premiati Christian Pistacchio (5MA) con “The snake” (sospensioni per moto da cross), Niccolò Bonomi (5MA) con “Vespa’s suspensions 2.0 posteriori” (sospensioni progressive per lo scooter Vespa Piaggio, Nicola Moro e Claudio Cremone (5MB) con “Vespa’s suspensions 2.0 anteriori” (sospensioni progressive per lo scoter Vespa Piaggio) e la “terna” formata da Fabio Lanfranchi, Giorgio Campanili e Damiano Pezzotta (5MB) con “Raptor” (calzatura con molla interna in carbonio per slanciare maggiormente chi pratica parkour.

PS