Finirà il mandato il prossimo 31 dicembre il consiglio direttivo dell’AVIS di Albano Sant’Alessandro, in carica già da due mandati consecutivi, peraltro il massimo previsto dallo statuto nazionale.
“Da molti anni faccio parte del consiglio direttivo AVIS – spiega la presidente uscente Emanuela Zenoni – E negli ultimi otto anni ho ricoperto la carica di presidente. A livello provinciale, sono stati anni di forti innovazioni per l’associazione. Cito solo due esempi: il cambio del programma elettronico per la gestione dei donatori e delle donazioni e, da fine 2014, la gestione degli appuntamenti, resi obbligatori da metà 2015 per tutti…. Tenersi aggiornati e cercare di migliorare l’organizzazione fa dell’AVIS un’associazione in grado di arrivare a grandi numeri: cifre che si tramutano in un concreto sostegno a chi soffre”.
“Sono felice di aver avuto l’opportunità di vivere questi due mandati – continua Emanuela Zenoni – Lavorando con i miei consiglieri e con il direttivo AIDO su nuove iniziative e nuove collaborazioni con altre associazioni del paese; incontrando tanti simpatizzanti che, come noi, condividono i valori della solidarietà e del dono. Ma è chiaro che abbiamo dovuto affrontare anche tanti piccoli problemi. Il più grande rammarico del mio mandato è di lasciare ancora questa associazione senza una sede nella quale lavorare e ritrovarsi. Qui, rispondo a molti compaesani e donatori che da tempo chiedono: “Dov’è l’AVIS ad Albano?”. Certamente, avete letto, e qualcuno ha anche assistito, che lo scorso 17 settembre si è svolta l’inaugurazione della “Casa delle Associazioni”…. Ebbene, ad oggi quella “casa” è vuota, non terminata, e ancora non esiste un bando per l’assegnazione dei suoi locali. Concretizzare le parole e le rassicurazioni con le quali viene risposto alle nostre domande è sempre stata una lotta: chi ci è più vicino sa bene di cosa parlo… Mancano alcuni giorni alla fine del mio mandato e ancora spero di essere chiamata per ritirare le chiavi…. Sarebbe un bella eredità da lasciare al nuovo consiglio direttivo. Ringrazio davvero di cuore tutte le persone che hanno lavorato con me in questi anni, magari anche pur non condividendo le mie scelte di gestione. Ringrazio i commercianti che, come durante la festa degli scorsi anniversari, ci hanno sostenuto con contributi in denaro e con lo spirito. Ringrazio i donatori che si sono saputi adeguare ai cambiamenti, dimostrando quanto grande sia il loro credere nel dono. Ringrazio le altre associazioni di Albano con le quali collaboriamo, perché si sono dimostrate sempre pronte a darci una mano: disponibilità che, vi assicuro, hanno visto ricambiata anche da parte nostra”.
Intanto, è quanto mai impellente un appello. “La nostra associazioni, come un po’ tutte le associazioni impegnate nel mondo del volontariato, cercano e aspettano nuovi collaboratori – conclude Emanuela Zenoni – Se ci fosse qualche iscritto in più, si potrebbero allestire e gestire meglio le varie iniziative e, perché no, sperimentare nuove idee. Pensateci!”
Per informazioni: avisalbano@libero.it – aidoalbano@libero.it

P.S.