Anche per questa stagione una ghiotta occasione culturale e formativa per gli anziani e i pensionati di Albino. Si ripresentano i corsi della “Terza Università”, relativamente alla location di Albino, che trova impegnato lo SPI-CGIL, in via Roma 423/a, con referenti locali Luciana Birolini, Carla Testa e Maria Rosa Gelmi. In programma, quindi, presso la sala civica, al giovedì, dalle 15 alle 17.15, una serie di incontri, che prendono il via in questo autunno, offrendo diverse opportunità di crescita formativa e di approfondimento a quanti hanno un po’ di tempo libero, piacere a discutere, conoscere e scoprire qualcosa di nuovo e di utile. Una proposta a misura d’anziano, un’iniziativa progettata su misura per tutti gli “over 65”.

Dopo gli approfondimenti su “Storie e traiettorie di popoli in movimento” con Francesca Ghirardelli (sei incontri fino al 10 novembre), il calendario propone un altro corso di livello, strettamente legato all’attualità, tale da richiamare i cittadini più sensibili: “Risparmio e finanza, che fare?”. Si tratta di tre incontri, dal 17 novembre al 1° dicembre, con protagonisti i soci attivi di Banca Etica, membri del Gruppo di Iniziativa Territoriale di Bergamo “La finanza è l’arte di passare i soldi di mano in mano, finché non spariscono” diceva un uomo d’affari americano vissuto nel ‘900. Ma è proprio così? L’economia e la finanza sono dimensioni dell’attività umana che influiscono sempre di più sulla vita delle nazioni, delle collettività, di tutti noi singolarmente. Ma proprio per questo è necessario conoscerne meglio le dinamiche soprattutto in un periodo di crisi mondiale che ha cambiato abitudini e comportamenti. Tre incontri per parlare in modo semplice di come la finanza condizioni l’economia reale, di come funzionano le banche, dei rischi da considerare e dei prodotti da utilizzare con maggior consapevolezza, per tutelare e gestire meglio i nostri risparmi. E, infine, l’etica: sempre di più si sta diffondendo una nuova cultura che non mira solo alla speculazione, ma punta su attività che rispondano a requisiti di responsabilità sociale e ambientale.

Per la cronaca, i Gruppi di Iniziativa Territoriale (GIT) sono la “casa” delle socie e dei soci eletti a livello locale per avvicinare la finanza etica al territorio, rafforzare le relazioni con le organizzazioni e imprese che lavorano per una “nuova economia”, promuovere la cultura di un uso responsabile del denaro, alimentare il dibattito interno alla banca, per renderla un’impresa sempre migliore. I GIT sono nati insieme alla banca stessa, che è stata fondata nel 1999 grazie all’impegno di tante persone e organizzazioni. Oggi Banca Etica è una banca solida e completa, attiva in Italia e in Spagna, una banca libera, indipendente, cooperativa che lavora per l’interesse più alto: quello di tutti. Ma il ruolo dei GIT non è cambiato e, in comunità di azione con le persone che lavorano per Banca Etica, contribuiscono a determinare le politiche della banca e a tenere vivo lo spirito cooperativo e mutualistico che la contraddistingue.

A seguire, altri tre corsi: “Scrittori per leggere il nostro tempo”, sette incontri, al giovedì, dal 12 gennaio al 23 febbraio, con Gabrio Vitali; “Siti culturali dell’Estremo Oriente”, otto incontri, al giovedì, dal 2 marzo al 27 aprile, con Piergiorgio Pescali; “Monasteri”, quattro visite guidate (ai monasteri di Matris Domini, dei Celestini, di San Benedetto a Bergamo e della Ripa o altro sito artistico del territorio di Albino: ogni incontro sarà tenuto in ognuna delle località da un diverso docente), al giovedì, dalle 15 alle 16.15, dal 4 al 25 maggio, con Gian Pietro Tiraboschi, Perlita Serra, Elisabetta Cassanelli, Rosella Ferrari (si può eventualmente ripetere dalle 16.30 alle 17.45).

Per informazioni sul programma completo dei corsi 2022-2023, contattare lo SPI-CGIL di Albino, al giovedì, dalle 9.30 alle 11.30 (035.3594640).