Tutti in all’erta. Si è svolto sabato 7 maggio, a San Paolo d’Argon, “Thunderstorm 2016”, l’esercitazione di prevenzione e protezione civile organizzata dal Gruppo di Protezione Civile dell’Unione dei Colli. Un’esercitazione che si configura come uno stage di formazione, addestramento, simulazione, che ha coinvolto il territorio collinare che circonda l’abitato di San Paolo d’Argon, e che ha visto la partecipazione di tutti i gruppi di protezione civile degli otto Comuni che formano l’Unione dei Colli (Cenate Sotto, Cenate Sopra, Brusaporto, Bagnatica, Albano Sant’Alessandro, San Paolo d’Argon, Torre de’ Roveri, Gorlago), ma anche la Polizia Intercomunale dei Colli, i gruppi di Protezione Civile ANA di Gorlago e Albano Sant’Alessandro, la Croce Rossa (delegazione di Capriate San Gervasio, Trescore, Seriate), i Vigili del Fuoco. In tutto, una task-force di 115 volontari, muniti di mezzi di pronto intervento e di primo soccorso e di attrezzature funzionali alla creazione di campi-base e tendopoli.

Già venerdì 6 maggio, infatti, si è provveduto al montaggio del campo-base, presso il campo sportivo di San Paolo d’Argon. Poi, sabato 7 maggio, alle 9 dopo il completamento dell’accampamento, è partita una serie di esercitazioni, in particolare l’evacuazione degli studenti dalla scuola media e il loro spostamento al campo-base. “Gli studenti sono stati divisi in gruppi – spiega il coordinatore dei volontari dei Gruppi di Protezione Civile dell’Unione dei Colli, Roberto MarchesiPer loro, una lezione “dal vivo”, con tour guidato al campo-base, agli automezzi, alla sala-radio. Al termine, una ricca merenda”.

Nel pomeriggio, si è svolta un’altra esercitazione: la ricerca di un disperso nei boschi della località “Casòcc” di San Paolo d’Argon, con la presenza di un nucleo speciale della Croce Rossa, quello dei Soccorsi con Mezzi e Tecniche Speciali (SMTF).

L’esercitazione – continua Roberto Marchesi – ha lo scopo di verificare l’efficacia delle attivazioni in situazione d’emergenza, eseguite dalle varie componenti e strutture operative, nonché di testare l’efficiente ed efficace scambio delle informazioni tra i vari attori. Tale esercitazione, inoltre, rappresenta l’ambito ideale della sperimentazione del Piano Integrato Provinciale, dei Piani Intercomunali e Comunali di Protezione Civile che, attraverso l’indicazione delle procedure operative, costituiscono l’elemento cardine per l’esecuzione ordinata ed efficiente delle attivazioni e degli interventi”.

Il “Thunderstorm 2016” è il quarto finora effettuato dal coordinamento dei volontari dei Gruppi di Protezione Civile dell’Unione dei Colli: la prima edizione si è svolta a Bagnatica, poi a Torre de’ Roveri e l’anno scorso ad Albano Sant’Alessandro.

 

Tiziano Piazza