E’ sempre alto l’impegno del gruppo “Gli Amici del Teatro” dell’Oratorio “Papa Giovanni Paolo II” di Comenduno. Dopo il “Festival del Teatro”, che ha impegnato la stagione invernale, il gruppo oratoriano, che ha come referente Angelo Mismetti, è già pronto per una nuova “fatica”. Il gruppo “Amici del Teatro”, infatti, si appresta ad organizzare la nona edizione del concorso canoro “Canta che ti passa”, in programma sabato 6 aprile, presso l’Oratorio di Comenduno, per la categoria “Giovanissimi” e “Giovani” e sabato 13 aprile, per la categoria “Adulti”, suddiviso in “Cover”, “Inediti” e “Duetti”. Inizio degli spettacoli alle ore 21. Chiaro l’obiettivo che sottende il concorso canoro: dare una grande opportunità a quanti hanno spiccate doti canore, artistiche, musicali, e che vogliono far emergere la propria passione per le sette note, davanti ad un pubblico attento e interessato. Si tratta, in pratica, una “passerella” promozionale per tutti i dilettanti.
Il concorso, che grande successo ha ricevuto nelle scorse edizioni, è libero e aperto a tutti. Comunque, previa selezione, saranno scelti i 24 cantanti per la finalissima di ogni serata. Per le iscrizioni, o solo per informazioni, si può consultare il sito dell’Oratorio di Comenduno o la sua pagina Facebook “Concorso canoro Canta che ti passa”, dove viene illustrato il regolamento.
Per l’appunto, il cantante iscritto deve inviare la base musicale per l’approvazione oppure chiedere la ricerca della stessa alla Direzione del concorso. A richiesta il cantante si può far accompagnare da uno o più strumenti musicali.
Piccolo particolare: non sarà accettato dall’organizzazione lo stesso brano musicale per due o più concorrenti, la priorità di scelta sarà per chi si è iscritto per primo. Non c’è un tema particolare che contraddistingua il concorso, ma ognuno è libero di presentare la canzone che preferisce, che sia in dialetto, in lingua italiana o in lingua straniera; inoltre, il brano può essere inedito o cover. Unica eccezione per la categoria ”Giovanissimi”, dove i cantanti devono presentare un brano in lingua italiana. L’ordine di esecuzione per le prove di selezione andrà a privilegiare chi si iscrive per primo.
Come già detto, le categorie sono suddivise in “Giovanissimi” fino a 13 anni, ”Giovani” dai 14 ai 18 anni, “Adulti” dai 19 anni a salire.
“L’edizione 2019 porta una novità – spiega Angelo Mismetti – Quest’anno, infatti, la Direzione del Concorso propone anche la categoria “Inediti”, volendo dare il giusto spazio a cantautori giovani e meno giovani. Le valutazioni saranno effettuate da una Giuria Tecnica, composta da insegnanti di canto, Direttori di Coro e da un membro del pubblico scelto dall’organizzazione. La Presidente di Giuria sarà Laura Pesenti di Bergamo, una vocal-coach di livello nazionale. E non dimentichiamo una cosa importante: ricchi premi per i primi tre classificati di tutte le categorie”.
“Si ringrazia fin d’ora tutti gli sponsor della manifestazione – continua Mismetti – Principalmente Cicli Vedovati e AutoColleoni di Albino, per il contributo dato alla manifestazione. Da segnalare, poi, che da quest’anno il concorso di Comenduno sarà anche tappa di selezione per “Vocine Nuove di Castrocaro”, un concorso canoro di livello nazionale; sarà presente un loro funzionario per selezionare le migliori voci di ragazzi fino a 14 anni”.

Ti.Pi.