Tutto pronto per la quinta edizione della “Mezza sul Serio”

 

Fervono i preparativi per la quinta edizione della “Mezza sul Serio”, l’half-marathon messa in calendario ancora una volta da “La Recastello Radici Group” di Gazzaniga. La gara, prevista appunto sulla classica distanza dei 21,097 km andrà in scena tra un mese circa, il 28 marzo. Si rinnova così la tradizionale corsa sulle strade della Media Valle Seriana nel giorno di Pasquetta, una data che sembra piacere ai corridori, sempre in cerca di manifestazioni un po’ fuori dall’ordinario.

 

Novità di quest’anno la partenza e arrivo spostati in quel di Colzate, il quarto dei comuni impegnati nell’organizzazione a farsi carico della logistica in zona traguardo. Per gli atleti che si cimenteranno sul percorso dovrà esserci una cautela in più, visto che il doppio strappo che li porterà sotto lo striscione d’arrivo sarà posto proprio nel finale di gara, dapprima con la salita di Vertova e poi con l’ulteriore ascesa verso la Chiesa di Colzate, dove sarà posta la finish line. Non cambia nulla invece sul tracciato di gara, lo stesso delle edizioni precedenti, con due giri da percorrere per quanti saranno al via della mezza, mentre si accontenteranno di una sola tornata coloro i quali avranno deciso di dedicarsi al “Quarto Diecimila” sul Serio.

Parola al presidente de “La Recastello” Luciano Merla. “Il tempo vola e siamo già alla quinta edizione – ci dice. Incredibile, mi sembra ieri quando, per festeggiare il sessantesimo di fondazione della nostra società, decidemmo di intraprendere questo folle viaggio, la Mezza sul Serio. Ora posso dire che la macchina organizzativa è rodata e tutto può procedere con calma, anche se le cose da fare sono sempre tantissime. Voglio ribadirlo ancora una volta, senza i volontari sul percorso ed in zona partenza-arrivo sarebbe impossibile gestire i circa cinquecento atleti che di norma vengono da noi  a correre, per cui ringrazio già da adesso chi si presta a darci una mano.”

Tema dolente, quello legato al traffico nella giornata di gara. “Certo, il problema numero uno rimane quello della gestione delle auto in zona percorso – continua Merla. Quello che non mi stancherò mai di dire è un caloroso invito alla gente di Gazzaniga, Cene, Fiorano al Serio, Vertova e Colzate a lasciare l’auto nel box per una mattina e venire a gustarsi lo spettacolo. Ci si guadagna sicuramente in salute, per due motivi, il primo quello di fare due passi, il secondo respirare qualche microgrammo in meno delle tante sostanze inquinanti causate anche dal traffico veicolare!” Ci accodiamo all’invito del presidente Merla, ben sapendo che non usare l’auto, seppur per poche ore, è un fatto culturale così impegnativo da non trovare una facile soluzione.

Tornando alla gara, favoriti d’obbligo i portacolori di casa Giovanni Gualdi ed Eliana Patelli, che dovrebbero essere della partita. Per la cronaca il vertovese si è aggiudicato la vittoria assoluta in due edizioni, quella d’esordio nel 2012 e nel 2015, mentre l’atleta di Cene ha fatto addirittura tris, cogliendo il successo nel 2012, 2013 e 2015. Se non compariranno all’orizzonte corridori magrebini sarà dura scalzare dal gradino più alto del podio i due bergamaschi, conoscitori come nessun altro di ogni singolo centimetro d’asfalto della “Mezza sul Serio”. Buona gara a tutti!

 

Testo di Carlo Magni