E’ dicembre, un anno se n’è andato. Un anno importante, che ha visto l’associazione culturale “inChiostro.Itinerari e Incontri d’arte” affacciarsi per la prima volta e promuovere le proprie iniziative di valorizzazione culturale nel vasto panorama del turismo d’arte, guadagnandosi, peraltro, fin da subito, consensi e apprezzamenti, in virtù dell’originalità e qualità delle sue proposte.
Ma dicembre è tempo di bilanci. E, così, ecco che è doveroso fermarsi un attimo, per stilare un resoconto dell’attività svolta, fare il punto della situazione e definire le azioni di promozione e valorizzazione culturale che ha in animo di realizzare da qui in avanti, volte a lanciare sempre di più alla ribalta delle cronache le bellezze conservate nello storico scacchiere argonese e, più in generale, della Val Cavallina.
“La nostra associazione è nata per far conoscere l’antica abbazia benedettina, la parrocchiale e le chiese di San Paolo d’Argon – spiega il presidente Marco Ceccherini – Si tratta di autentici scrigni di opere d’arte, uniche e sublimi, che meritavano di essere fatte scoprire e valorizzate. Quindi, abbiamo iniziato un percorso di promozione, che ha puntato alla conoscenza di questi luoghi d’arte, alla loro valorizzazione, anche attraverso le modalità di un rinnovato turismo culturale, che utilizza i nuovi sistemi di comunicazione e competenze specifiche nell’arte. Ecco, allora, visite guidate, degustazioni culturali, realizzazione e accompagnamento di itinerari tematici e specifici, organizzazione di incontri e progetti interdisciplinari finalizzati alla valorizzazione del patrimonio culturale e del territorio locale.
Ebbene, da gennaio a novembre 2016, abbiamo avuto 1.420 “condivisioni d’arte”, cioè visitatori che hanno partecipato alle nostre iniziative, tra visite guidate, serate culturali, itinerari in provincia, ecc…: il 27% ha usufruito delle aperture convenzionate, il 64% delle aperture straordinarie, il 9% dei percorsi culturali. Ma andiamo con ordine. I luoghi d’arte aperti al pubblico e visitati sono stati in totale 10, le aperture e le visite guidate gratuite convenzionate sono state 12, le aperture e le visite guidate straordinarie 17 e gli itinerari 4, per un totale di 1.300 visitatori: a San Paolo d’Argon, l’abbazia benedettina, la chiesa parrocchiale (conversione di San Paolo apostolo), la chiesa di San Pietro delle Passere, la chiesa di San Lorenzo, l’eremo di Santa Maria in Argon, l’ex filanda (ora centro civico); a Cenate Sotto, la chiesa parrocchiale di San Martino e la chiesa di San Nazario; a Cenate Sopra, la chiesa parrocchiale di San Leone Magno e la chiesa di Sant’Ambrogio.
I percorsi culturali, invece, sono stati 3, permettendo ai 120 visitatori conteggiati di visitare 4 luoghi d’arte.”
“La nostra associazione è “in progress” – continua Ceccherini – Già al suo primo anno di attività il numero dei soci è in costante crescita: ora sono 250. Certo, il nucleo operativo è formato da 6/7 soci, ma contiamo di allargarne la base. Credendo fortemente nel valore culturale del turismo, “inChiostro” ha aderito fin da subito al nuovo comitato turistico “inValCavallina”, riconoscendone l’importanza e la comunanza di obiettivi. Inoltre, partecipa attivamente al tavolo ARC–Arte e Cultura, collaborando con le principali istituzioni culturali che operano in Val Cavallina”.
Per informazioni: www.inchiostroarte.it – info@inchiostroarte

Ti.Pi.