Un fermento di opere pubbliche

Un autunno a “cantieri aperti” per il Comune di Fiorano al Serio. Un autunno di lavori pubblici, che stanno interessando diverse parti del territorio comunale, apportando quelle migliorie che vanno poi a vantaggio della funzionalità urbana. “Quale primo intervento che vorrei mettere a fuoco – spiega il sindaco Clara Poli – è il progetto di rifacimento del sistema di illuminazione pubblica: già fatto l’intervento in via Sora, via Roma e via Locatelli, mentre ora si sta intervenendo in viale Papa Giovanni, fino a San Fermo, e sulla scaletta che porta alla chiesetta degli alpini. Si tratta di un sistema di illuminazione a led, che ci permetterà di risparmiare notevolmente sulla bolletta. Il costo totale dell’intervento è di 67.000 euro”.

“Ma i lavori non finiscono qui – continua il primo cittadino – Stiamo completamento il progetto di adeguamento e sistemazione dei vialetti interni del cimitero comunale, che sono sconnessi e si trovano in pessime condizioni: anche una spesa di un certo rilievo, circa 20.000 euro; senza dimenticare altre piccole migliorie al cimitero, che puntano a rendere più funzionale un luogo d’incontro e di preghiera così caro alla nostra gente. Da pochi gironi, poi, sono partiti i lavori per la sistemazione della soletta posta sotto il salone dell’asilo, che ha ceduto: dobbiamo per forza intervenire, anche qui con una spesa di tutto rispetto, circa 40.000 euro. E che dire delle asfaltature? Da alcuni giorni sono cominciati i lavori del primo lotto di asfaltature, in via Genova, via Roma e via Milano. Il progetto di riasfaltatura delle strade ha un costo di circa 210.000 euro, e continuerà in primavera con il secondo lotto d’intervento, che interessa altri tratti di strade profondamente degradati”.

Grande attenzione, quindi, alla viabilità urbana, a vantaggio della circolazione degli autoveicoli, per una maggior sicurezza degli utenti della strada. E proprio in quest’ottica è da sottolineare un intervento importante, che partirà a giorni, per concludersi entro la fine dell’anno: il rifacimento del tornante di viale Papa Giovanni, nel cui sottosuolo si interverrà per sistemare la fognatura che versa in una situazione precaria. Già è stato dato l’ok amministrativo e tecnico al progetto, ora si farà una gara d’appalto, per intervenire prontamente e veder conclusa l’opera entro il 31 dicembre.

“Che fatica – prosegue il sindaco Clara Poli – Il Patto di Stabilità Interno ci strozza: il Comune, infatti, per dei vincoli assurdi, non può spendere tutte le risorse a disposizione per sistemare tutte le situazioni precarie che ha sul territorio. Ogni intervento è un successo, perché frutto di una lungimirante azione amministrativa, dove la sottoscritta si è fatta in quattro per trovare il denaro necessario per gli interventi”.

 

T.P.